LOADING

Type to search

AndOne! – Quai54, il torneo di Streetball più bello del Mondo #2

Share

Per chiunque sia stato a Parigi, da semplice turista, salire i venti scalini che danno accesso al piano urbano della capitale francese dalla fermata della metro di Place de la Concorde, fornisce comunque uno spettacolo non indifferente. I campi elisi, la piazza tra le più famose d'Europa, l'Arco di Trionfo e lontano la torre Eiffel, che svetta come Gobert, impavida ed eretta all'orizzonte. 

Nel week end del Quai, lo scenario era lo stesso, con l'aggiunta di una fila di un paio di centinaia di metri che terminava laddove iniziava il campo da basket da 5000 posti, costruito in poche ore, con parquet nero e sfondo nero, brandizzato dal main sponsor e capace di catalizzare attenzione di fan, semplici appassionati e players provenienti da tutto il mondo. Al suo interno shopper, un Barber-shop, fast food e, per giocatori allenatori ed accompagnatori, spogliatoi, sale massaggi con fisioterapisti e press room. Ma prima di arrivare qui…

Qualification's Round

Prima di arrivare in Place de La Concorde e raggiungere le otto squadre che avevano guadagnato accesso diretto grazie al conseguimento dei quarti di finale nella stagione precedente, abbiamo dovuto letteralmente SUDARCI l'invito al tabellone principale. Il dove è presto riportato: il primo scenario del Quai54 era lo splendido playground presente nel complesso polisportivo Halles Carpentier, con tre campi utilizzati per l'intera giornata del venerdì da circa 25 squadre provenienti da tutto il mondo suddivise in 4 gironi che avrebbero garantito alle prime due squadre di ogni gruppo il passaggio a Place de La Concorde. Il playground dell'Halles Carpentier ha un fascino unico, e rimarrà nella mia memoria per un piccolo aneddoto: il sabato sera, verso le 00:00, ho portato il mio fotografo (di cui apprezzate le foto qui e su altri canali) a vedere questa struttura, completa di campi adibiti ad ogni sport di squadra, che tanto mi aveva entusiasmato nella giornata precedente. Nella periferia parigina, in pieno fine settimana e praticamente agli albori della notte, il playground pullulava di giocatori che si davano battaglia. Si, a LUCI SPENTE però! 

Per noi, dopo una vittoria tirata contro una squadra pro Francese ed una amatoriale sempre d'oltralpe, la ciliegina è arrivata con il ritiro dei tedeschi, già eliminati e quindi tagliati fuori dai giochi. Il tutto sotto un sole cocente, con dj che sparava musica ad oltranza e con i nostri a rifocillarsi nell'ora “libera” a suon di angurie e baguette: italian-french connection, bien sur! 

Entusiasmo, festeggiamenti e addirittura cena dal kebabbaro al grido di “Place de La Concorde Arriviamo!”, e con la certezza che il giorno dopo, in quel sabato, ognuno di noi avrebbe di certo vissuto un sogno.