LOADING

Type to search

Virtus Roma sconfitta dopo un overtime

Share

Parte bene la squadra capitolina che realizza i primi due punti con Callahan, mentre per l'Assigeco Austin risponde subito da tre punti. Il botta e risposta tra le due squadre continua per tutto il primo quarto, con Olasewere e Maresca da una parte ed un Sandri in grandissima serata dall'altra. Si va al primo riposo sul +5 per i ragazzi di coach Finelli (23-28).

Nel secondo quarto Casalpusterlengo prova ad allungare con Chiumenti, Jackson e Sandri, fino ad arrivare al +12 (27-39). Roma però non permette agli avversari di scappar via e con Maresca, Olasewere e Callahan prima torna a -3 (36-39) e poi opera il sorpasso con Olasewere ad un minuto dalla fine del primo tempo (parziale di 13 a 0 per i romanii). Negli ultimi secondi gli ospiti trovano la bomba del +2 con cui si va al riposo lungo (40-42). Al rientro dagli spogliatoi una buona Virtus continua a trovare il canestro con Callahan e Olasewere, mentre per Casalpusterlengo ci pensano Fultz e Chiumenti. L'equilibrio continua a regnare sovrano, con il quarto che si chiude 67-64 con gli ospiti che tentano l'agganco grazie all'ennesima bomba ospite firmata dall'ex Daniele Sandri.
Non bastano gli ultimi dieci minuti per decretare un vincitore: l'Assigeco si porta avanti ma un canestro impossibile di Voskuil da tre punti fa andare la partita all'overtime, dove Fultz e compagni sono bravi a chiudere la partita sul +4 (90-94).

Esordio amaro dunque per Attilio Caja, tornato sulla panchina dei romani dopo 13 anni in seguito all'esonero di coach Saibene. 
Per quanto riguarda le note positive sicuramente si è vista una squadra più aggressiva e attenta, con Voskuil che oltre a mettere a segno 20 punti è stato protagonista di diversi assist, segno che c'è voglia di giocare insieme. Quattro gli uomini in doppia cifra per la Virtus Roma, con capitan Maresca autore della sua miglior partita stagionale. Preoccupante invece l'apporto della panchina che ha realizzato solo 2 punti sui 90 totali. Per gli ospiti, ottima prestazione da parte di Daniele Sandri, ex della gara, che ha realizzato 24 punti con un 6/8 da tre punti. Bene anche Chiumenti, partito dalla panchina, che ha chiuso la sua gara con 22 punti e 26 di valutazione.

Inutile nascondere che la situazione per Roma ora si fa davvero preoccupante, con le prossime due trasferte, Agropoli e Reggio Calabria, insidiosissime.

Queste le dichiarazioni di coach Caja alla fine della gara:”«Voglio fare i complimenti alla squadra per lo spirito, l’aggressività e la volontà con cui ha affrontato la partita. Abbiamo fatto tante cose buone dal punto di vista tecnico, anche più di quelle che mi aspettavo, in particolare mi ha sorpreso la fluidità con cui abbiamo giocato, come testimoniato dalle sole 7 palle perse. Chiudiamo con una sconfitta, ma credo che questa sia la base di partenza per il nostro futuro. Quando una partita si chiude al supplementare vuol dire che le squadre si sono equivalse, poi gli episodi possono determinare il risultato.
Oggi tanti giocatori hanno fatto delle cose importanti, in futuro cercheremo di avere un contributo superiore dalla panchina ma devo dire che siamo partiti molto bene, il rendimento di chi ha giocato più minuti mi fa ben sperare per il futuro».

 

Acea Virtus Roma-Assigeco Casalpusterlengo 90-94 dts (23-28, 40-42, 67-64, 84-84)
Acea Virtus Roma: Olasewere 25, Meini 5, Maresca 18, Leonzio np, Callahan 20, Benetti, Voskuil 20, Casagrande, Bonfiglio, Zambon 2. All. Caja
Assigeco Casalpusterlengo: Chiumenti 22, Poletti 2, Fultz 13, Rota ne, Sandri 24, Bordato ne, Dincic ne, Donizelli 1, Rossato 2, Austin 13, Jackson 17. All. Finelli