LOADING

Type to search

Treviso fa suo il big match dopo tre supplementari: Mantova al tappeto

Share

Si sapeva che sarebbe stata una partita tosta, contro una squadra attrezzata per la promozione e con le pesanti defezioni di Fabi e Powell. Ma quello che i tifosi hanno visto oggi al Palaverde è stato uno spettacolo unico, di quelli che decisamente valgono il prezzo del biglietto. Non ci dilunghiamo oltre perchè oggi c’è parecchio da leggere.

LA CRONACA

Mantova parte subito forte con le triple di Moraschini e Gergati, mentre Treviso fatica a trovare la via del canestro, nonostante costruisca bene i suoi tiri. Ancora Moraschini e Gergati vanno a segno per i lombardi, e al 4’ il Pilla è costretto a chiamare time-out, con gli ospiti avanti già per 10-0. Rientrano le squadre in campo e subito Abbott recupera palla e propizia una bellissima azione di attacco che si conclude con la schiacciata bimane di Ancellotti. Subito dopo bel canestro da sotto di Fantinelli. Treviso c’è, ma arriva la tegola del secondo fallo di Ancellotti che lascia il posto a Malbasa. Lottano come i leoni i ragazzi di Pilla, però Mantova non si scompone e fa girare bene palla in attacco. Treviso invece fatica terribilmente a trovare la via del canestro, con Abbott che ha 0/5 dal campo. Sul finire del primo quarto, esordio stagionale per De Zardo e Spessotto. Al primo riposo Mantova è avanti di 13 lunghezze (21-8).

In avvio di secondo quarto Fantinelli inventa un bell’assist per Rinaldi poi, esausto, viene sostituito da Abbott. Bella giocata di Moretti che strappa un rimbalzo in attacco nel traffico e punisce una difesa ospite poco reattiva. E sulla tripla successiva di Malbasa, il Palaverde esplode. Il vantaggio ospite resta sopra la doppia cifra, ma Treviso continua a dare battaglia su ogni pallone e non molla di un centimetro. Malbasa è una furia e l’ala ospite Amici, nel contendergli un rimbalzo, commette il suo terzo fallo. Tripla di Moretti, che dimostra ancora una volta una maturità fuori dal comune per la sua età. E quando anche il Fante sgancia una granata da sette metri, il Palaverde capisce che tutto è possibile: altro rimbalzo in difesa, contropiede del Fante che appoggia al vetro il -7 quando mancano tre giri di lancette all’intervallo. Sull’azione successiva, infrazione di passi per capitan Ndoja e allora Martelossi chiama immediatamente il time-out. Nel frattempo sale a dismisura il livello dei decibel e quando Abbott infila il suo primo jumper, il Palaverde è una bolgia: Mantova è frastornata, ma Treviso perde due palloni che avrebbero potuto ulteriormente accorciare le distanze. Hurtt inventa un canestro da circo, ma Fantinelli risponde subito e va in doppia cifra con 11 punti (5/7 al tiro). Palla sempre a Fantinelli, passaggio a Malbasa che viene battezzato e punisce Mantova da 3: sempre Dorde recupera un pallone al platino, ma l’azione del pareggio sfuma. Treviso però è sotto di soli 3 punti all’intervallo e gioca col machete tra i denti, domina a rimbalzo (23-13) e ha una valutazione complessiva più alta (39-30).

Abbott è voglioso di riscattare una prima metà di gara opaca e recupera un pallone a metà campo, poi va a depositare il -1. Mantova riprende un piccolo margine con Ndoja e Gergati, ma Rinaldi tiene Treviso a contatto. Splendido gioco a due di Abbott con Ancellotti e altra schiacciata bimane per il lungo reggiano. L’entusiasmo si spegne solo in parte per il terzo fallo di Rinaldi, al suo posto entra Malbasa. Arriva però la punizione dall’angolo della guardia ospite Hurtt, anche lui sornione nei primi 20’. Terza penalità anche per Ancellotti, poi arriva la fiammata di Abbott: tiro allo scadere dei 24 secondi da 10 metri, palla recuperata in difesa e fallo antisportivo subito da Ndoja: peccato per lo 0/2 ai liberi. Ci sono sempre tre punti da recuperare (42-45), ma Treviso rimanda l’appuntamento all’ultimo quarto. Nel mezzo, Ndoja piazza una zampata delle sue per il +5.

Ed è Matteo Fantinelli con la tripla frontale a riportare i suoi a -2. Ed il pareggio arriva nell’azione successiva: recupero di Negri che si fa tutto il campo in contropiede ed appoggia al vetro per il 47-47. Treviso ha due chance per il vantaggio, ma non le sfrutta e allora è il solito Ndoja a segnare da tre. Ma non ha fatto i conti con la grinta di Tommy Rinaldi, che con un gancio segna il -1. Rimbalzo in difesa per TVB, palla a Moretti, ma la tripla non va: sul contrasto a rimbalzo Ndoja ha la peggio contro Malbasa e deve uscire. Mancano sei minuti alla fine, un’eternità. Ancora il Fante per il sorpasso ma non va, però Mantova commette infrazione di otto secondi e allora tutto il Palaverde si alza in piedi per spingere i suoi eroi alla vittoria. Tommy Rinaldi carica i suoi e ruba palla a Simms, partendo in contropiede: è lo stesso lungo americano a fermare con un fallo il numero 15 biancoazzurro, che ha due tiri liberi a disposizione. Martelossi chiama ancora time-out, Rinaldi fa 0/2, Gergati segna in post basso ma è ancora Rinaldi a siglare il -1. Il tifo è assordante, Gergati stavolta sbaglia, Rinaldi no: è sorpasso sul 53-52. Mancano ancora più di tre minuti, Moraschini si butta dentro e subisce fallo da Rinaldi, il quarto. Due su due per la guardia ospite, ma sul fronte opposto Malbasa recupera una palla vagante e segna con una morbida palombella. Ancora Moraschini, stavolta da tre, per il vantaggio mantovano. Ma è un immenso Fantinelli a scagliare la tripla del nuovo +1. 58-57 a 90 secondi dalla fine, arriva il quinto fallo di Rinaldi con tiri liberi per Simms. Di nuovo sorpasso ospite. Moretti si butta nel traffico e segna un canestro super, poi, all’inizio dell’ultimo minuto di gioco, commette fallo su Gergati. Uno su due, ma rimbalzo in attacco di Simms che sigla il +2. Fantinelli parte in entrata, Simms lo ferma, solo un libero a segno. Meno uno, trenta secondi all’ultima sirena. Treviso sceglie di difendere, Moraschini attacca il ferro e Abbott lo ferma con un fallo. Anche qui uno su due, Fantinelli ha l’ultima palla, ma Simms lo ferma con un fallo a sei secondi dalla fine. Time out chiamato da Martelossi, la mano del Fante non trema: due su due, 63 pari. Stavolta minuto di sospensione del Pilla. Dura un’eternità, ma non c’è tempo di respirare: Moraschini si prende l’ultimo tiro che si spegne sul primo ferro: è supplementare.

Il primo minuto scivola via senza sussulti, poi Ndoja inventa l’ennesimo canestro da funambolo, ma Ancellotti pareggia, poi recupero di Abbott che sbaglia, palla a Fantinelli che dall’arco punisce gli ospiti (68-65). Tre minuti alla fine, rimbalzone di Ancellotti, palla ancora a Fantinelli, stavolta è ferro. Errore di Gergati, Negri perde palla e Abbott ferma il contropiede con un fallo. Gergati non sbaglia e sull’errore in attacco successivo, Hurtt sigla il sorpasso. Altra palla persa in attacco, coi giocatori ormai sfiniti e quarto fallo di Ancellotti su Hurtt che infila un solo libero. Abbott si alza per il tiro in sospensione, è di nuovo pareggio a 30 secondi dalla fine. Infrazione di passi ospite sull’azione di attacco successiva e time out da 20 secondi dalla fine. Palla a Fantinelli che viene contrastato nel passaggio, ad Abbott, Mantova recupera palla ma ha solo un secondo per tirare e Moraschini non arriva al ferro. 70 pari e si va al secondo supplementare.

Inizia il secondo supplementare, Malbasa prima difende su Ndoja, poi segna da sotto contro il capitano ospite. Peccato per il quarto fallo di Dorde, sempre su Ndoja, che però imbuca un solo tiro libero. Fantinelli rifiata in panchina (è già in doppia cifra con punti, rimbalzi e assist), mentre in campo Gergati si procura due tiri liberi per il 73-72 ospite. Ci prova Negri, ma non va, Simms converte un rimbalzo in attacco in due punti al platino e allora rientra Abbott per l’ultimo minuto di gioco. L’americano e Moretti cercano la tripla del pareggio, sbagliandola, ma in entrambi i casi Ancellotti è presente a rimbalzo. Altro viaggio in lunetta con un solo libero realizzato, Ndoja cerca la tripla del KO ma non va, Moretti e Malbasa partono in contropiede e pescano Ancellotti sotto canestro per il pareggio (75-75). Meno di 30 secondi alla fine, Mantova organizza l’attacco durante il time-out e sceglie Gergati per l’ultimo tiro. Ancellotti lo stoppa, palla a Gandini, ma la sua preghiera non arriva al ferro. Incredibile al Palaverde, si va al terzo tempo supplementare!

E sulla prima azione di gioco è ancora Malbasa ad andare a segno. Le energie sono al lumicino, Mantova si appoggia a Moraschini che spara la tripla allo scadere dei 24 secondi: bingo, e vantaggio ospite. Fallo di Amici, due su due di Fantinelli. Un superbo Ancellotti stoppa Gandini. Treviso fa girare la palla in attacco, Negri si butta dentro e segna il +3, poi strappa il rimbalzo difensivo, palla ad Abbott che sgancia il siluro: colpito e affondato, +6 (84-78), time-out Mantova, i Fioi della Sud non hanno smesso un solo istante di cantare. Sono tutti in piedi per la propria squadra, fino alla fine. Amici sbaglia da tre, ancora rimbalzo di Negri, ancora palla ad Abbott che subisce fallo da amici (il quinto) e ha tre tiri liberi a disposizione. Vanno tutti a bersaglio. Non è finita, quinto fallo per Ancellotti: Mantova ci prova, ma la palla non entra più. La tripla di Moretti nell’ultimo minuto è il punto esclamativo finale di una storia senza precedenti.

Treviso vince una partita incredibile, che rimarrà negli annali della sua storia e nel cuore dei 4.577 che hanno sacrificato il pranzo domenicale per la palla a spicchi. Non esistono parole, e oggi sono state più del solito, per descrivere quello che è successo oggi, per spiegare quali emozioni e quali sensazioni sia in grado di dare la pallacanestro: quindi molto semplicemente il consiglio è di prenotare un biglietto per la partita di domenica prossima contro Treviglio.

TABELLINI
DE’ LONGHI TREVISO – DINAMICA GENERALE MANTOVA 91-87 D3TS 

(8-21; 28-36; 42-47; 63-63; 70-70; 75-75)

De’ Longhi Treviso: Abbott 16 (3/12, 2/12), Moretti 13 (2/4, 2/5), De Zardo, Malbasa 12 (3/5, 2/2), Busetto, Spessotto, Fantinelli 25 (4/8, 4/7), Rinaldi 12 (6/9, 0/1), Negri 4 (2/7, 0/3), Ancellotti 9 (4/7, 0/1). All: Pillastrini

Dinamica Generale Mantova: Ndoja 18 (2/4, 3/9), Alviti ne, Natali ne, Fumagalli, Moraschini 19 (2/8, 3/8), Di Bella, M. Simms 11 (4/9), Hurtt 16 (6/12, 1/7), Gandini 2 (0/1), Amici 3 (0/1, 1/4), Gergati 18 (3/8, 2/6). All: Martelossi

Arbitri: Paterdomini, Caforio, Saraceni

Fonte: Ufficio Stampa Treviso Basket