LOADING

Type to search

Treviso: c’è Jesse Perry

Luigi Liguori 6 Agosto 2016
Share


Jesse Perry è il nome del “lungo” americano che vestirà la maglia della De’ Longhi Treviso Basket nella stagione 2016/17 che inizierà con il raduno il 16 agosto a Sant’Antonino.
Jesse Lee Perry, questo il nome completo, è un’ala forte di classe 1989 (festeggerà i 27 anni il 1° novembre), nato a Saint Louis (Missouri), alto 2 metri, che nell’ultima stagione ha giocato con gli Aomotori Watts nella lega giapponese con 17.6 punti e 8.7 rimbalzi a gara.
L’anno precedente Perry è stato visto in Italia, a Imola in A2, con cifre di tutto rispetto nelle 24 partite giocate in “Silver”: 16,3 punti a gara, con percentuali ottime, il 55% da 2 e il 43,8% da 3, conditi da 6.8 rimbalzi  e 1,4 assist in 28 minuti di media. Nel match al Palaverde del 4 dicembre 2015 Perry, sconfitto da TVB con la sua Imola, fu grandissimo protagonista con 26 punti e 12 rimbalzi (8 in attacco).
Jesse si fa notare già da liceale alla Gateway Tech High School di St. Louis. e al Logan College, per poi essere reclutato con una borsa di studio da Arizona University, ateneo che disputa la prestigiosa Conference Pac-12. Perry termina il percorso universitario con i Wildcats sempre in crescendo tecnico e fisico chiudendo la stagione da “seior”, il 2011-2012 con  7.6 rimbalzi e 12.2 punti media partita.

Nella stagione successiva l’ala americana firma il suo primo contratto professionistico in Libano con gli Hoops (36.3 minuti, 20.9 punti e 9,1 rimbalzi). per poi approdare nel 2013-2014 prima al Siauliai in Lituania, poi in Finlandia a vestire i colori del Lapuan, dove marcia spedito con 18.0 punti e ben 10 rimbalzi di media a partita, prima delle stagioni a Imola e in Giappone.

Giocatore in costante crescita di tecnica e maturazione, Perry è un n°4 con una doppia dimensione, capace di segnare da fuori e da sotto, con una spiccata predilezione per i rimbalzi, anche in attacco. Specialista della “doppia doppia” in punti e rimbalzi, è un giocatore versatile, in carriera si è adattato anche a giocare da centro grazie alla forza fisica e alla mobilità che gli permettono di difendere anche su avversari più alti.
 

Fonte: Ufficio Stampa TVB

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1