LOADING

Type to search

Reggio Calabria, Condello: “Stagione difficile, già proiettati al futuro”

Share

REGGIO CALABRIA – “Una vittoria estremamente importante giocata bene che ha dato seguito al  lavoro che è stato fatto da Frates nei giorni scorsi”. Lo ha detto il General Manager Gaetano Condello intervenendo ai microfoni di Radio Touring . “Anche con Siena e Roma – sottolinea –  abbiamo disputato delle buone gare, ma con Trapani effettivamente la squadra si è espressa su livelli veramente alti”. Per quanto riguarda i play off Condello specifica che “c'è una piccolissima speranza, ma in questo momento per noi è importante guardarci alle spalle   perché la nostra situazione non è favorevole. Prima di tutto bisogna assolutamente mettere tre squadre dietro di noi. Rimangono sette partite: il calendario sulla carta ci facilita però bisogna stare attenti ogni domenica”.

Sul mercato dei neroarancio il General Manager svela:  “Il mio telefono squilla molto perché ci sono tantissime società che chiedono i nostri giocatori. Questo  significa che, al di là di come sia andata la stagione, abbiamo prodotto un buon mercato e abbiamo portato qui dei giocatori di livello estremamente alto. Sicuramente – aggiunge – non si sono espressi come ci aspettavamo, ma abbiamo richieste da parecchie società. In uscita ma anche in entrata non credo che al momento ci saranno delle grosse novità”. Sempre in tema di mercato su Dobbins, Rullo e Crosariol, Condello è chiaro: “Ce li teniamo ben stretti, perché nel nostro immaginario sono i giocatori che devono rimanere anche il prossimo anno. Difficilmente ce ne priveremo. In questo momento dobbiamo onorare questo campionato, portarlo a termine nel miglior modo possibile e successivamente pensare a quello che succederà il prossimo anno”.

Condello, poi, parla anche di Giovanni Benedetto: “Avevamo iniziato questo progetto insieme. Riportarlo a Reggio Calabria non è stato facile. È stato difficile fargli dire di sì alla nostra proposta. Ha accettato una condizione non favorevole, è un reggino, è un tifoso della Viola. Sin dall’inizio della stagione sono stati tanti i fattori negativi. I risultati non sono a favore di Giovanni, ma sicuramente le responsabilità vanno distribuite su tutti. La società ha deciso di sollevarlo dall'incarico con grandissimo dispiacere, ma bisognava chiudere un capitolo e iniziarne uno speriamo a lungo termine con Fabrizio Frates”.
Il General Manager su Freeman: “Era la nostra punta di diamante. L'infortunio ci ha condizionato, ma al di là di questo che è diventato anche un alibi, poi la squadra non si è espressa su buoni livelli. Abbiamo avuto anche qualche altro problema di gestione. E' stata un'annata estremamente difficile”.
Condello aggiunge ancora qualcosa su questa stagione: “Il nostro obiettivo non è mai cambiato. Siamo stati sempre umili nei confronti di tutti e si è cercato di costruire prima di tutto una società che potesse avere un futuro per poi tentare di alzare le ambizioni. Purtroppo le contingenze negative hanno fatto sì che quest'anno questo tipo di squadra, che tutti noi e parte degli addetti ai lavori davano per candidata a primeggiare nel campionato,  alla fine non ci sia riuscita. Tanti gli errori e tante le situazioni negative che ci hanno portato ancora a lì a lottare per non retrocedere”. Sul basket in carrozzina: “E' una ferita. Si è partiti con grandissima ambizione, i ragazzi ci credevano tantissimo. Poi gli obiettivi sono cambiati perché lo scopo delle carrozzine per noi era prettamente sociale, invece ci siamo accorti che gli obiettivi erano cambiati. Lo scopo sociale è venuto meno”.

Sull’ultimo innesto, Ogo Adegboye, nuovo playmaker: “Lo conosciamo bene, lo avevamo visto a Cremona e Caserta. Si sta esprimendo abbastanza bene è una buona scelta”.  Condello è anche entusiasta di Roberto Rullo: “E’un giocatore di grandissimo talento, quest'anno ha fatto bene. Col cambio di allenatore ha avuto un cambiamento anche tecnico, in questo momento  sta soffrendo perché non sta facendo canestro. E' un giocatore che domenica ha dato molto dal punto di vista difensivo. Si sta applicando veramente tanto. Tengo particolarmente a lui. Sta bene a Reggio Calabria e vuole rimanere qui. Roberto per noi è un punto di partenza”. 

Condello si esprime anche su coach Fabrizio Frates: “E’ un’ottima persona, una persona per bene. Ho visto una squadra nettamente cambiata anche dal punto di vista dell'atteggiamento. E’ un allenatore che ha un curriculum veramente importante, la società ha voluto fare un sacrificio enorme perché crede ancora in  questo gruppo. Ci siamo visti poco e parlato pochissimo perché in questi giorni abbiamo vissuto intensamente queste tre partite consecutive. Poi ha avuto un'influenza che lo ha debilitato e quindi non siamo riusciti a parlare tantissimo della squadra”. Condello ammette di aver avuto dei contatti con Paternoster negli anni passati: “Sì, ci eravamo sentiti, poi abbiamo fatto la scelta di lanciare Domenico Bolignano”. Anche un passaggio sugli arbitri a proposito del presidente di Scafati, Longobardi: “Noi negli ultimi tempi degli arbitri abbiamo parlato davvero poco, non ci siamo mai lamentati e abbiamo cercato sempre di collaborare perché hanno un ruolo estremamente delicato. Longobardi è un presidente di fuoco, io non ho seguito la partita ma avrà avuto delle motivazioni. Credo in qualche giornata storta degli arbitri, che ci può stare, però io ormai cerco sempre un dialogo tranquillo e sincero con loro”.

Fonte: LNP