LOADING

Type to search

Recanati: c’è la firma anche con Stefano Spizzichini

Luigi Liguori 30 Luglio 2016
Share


L’US Basket Recanati comunica l’accordo valido per la stagione 2016/2017 con il giocatore Stefano Spizzichini, ala forte di 203cm proveniente dall’ Agropoli in Serie A2.

Nato a Roma il 1° settembre 1990, cresciuto nel settore giovanile della SAM Basket e in una famiglia che ha grande feeling con la pallacanestro. Sia suo padre Marco che la mamma Manuela hanno avuto trascorsi cestistici (il padre ha giocato in A ai tempi de Il Messaggero) così come i suoi cinque fratelli, specialmente Gabriele, playmaker di due anni più piccolo, l’anno scorso a Scafati e passato da pochi giorni alla Virtus Bologna.

La sua prima esperienza in un campionato senior è proprio nelle Marche. Uno Spizzichini giovanissimo è nel roster della Sutor Montegranaro alla sua prima esperienza in Serie A nel 2006. Dopo la parentesi in C con la Lazio (stagione 2007/08) la sua carriera prosegue in A Dilettanti con le maglie di Lumezzane, Ozzano, Virtus Siena, Ragusa e un biennio a Firenze. Nel frattempo aumenta la sua esperienza e si affinano le sue caratteristiche tecniche e fisiche. Nel 2013 arriva nella Fortitudo Bologna che riparte dalla Serie B. In quella occasione ha come compagno di squadra quel Gennaro Sorrentino che ritroverà proprio quest’anno a Recanati. L’anno di Bologna precede la grande stagione di Rieti dove Spizzichini è il miglior realizzatore dei laziali che vincono il campionato di Serie B nella Final Four contro Agropoli e dopo aver vinto i playoff contro la Poderosa Montegranaro. Un anno molto importante per l’ala romana che nella stagione seguente potrà respirare e misurarsi con il campionato di Serie A2. Arriva la chiamata proprio dell’Agropoli (dove in squadra ha come compagno di squadra un altro neo-leopardiano come Riccardo Bolpin) che da matricola è riuscita ad arrivare fino ai playoff. 7 punti e oltre 4 rimbalzi di media a partita per Spizzichini che ora affronta con grandissimo entusiasmo l’avventura con la squadra di coach Marco Calvani.

Queste le prime parole dell’ala romana dopo l’ufficialità del suo accordo con la Società del Presidente Pierini: “Torno delle Marche dopo tantissimo tempo e sono molto contento nel farlo. Dopo la stagione scorsa ad Agropoli cercavo una crescita sia a livello tecnico che di Società. E devo dire che Calvani è una totale sicurezza per questo, un tecnico che non ha certo bisogno di presentazioni e con il quale mi sono già sentito più volte in questi giorni. Recanati è una Società stabile da tempo in questo campionato ed è ben solida, quindi ci sono tutti i punti per poter far bene tutti insieme. Ritroverò con piacere Riccardo Bolpin, uno davvero super con il quale ho giocato l’anno scorso ad Agropoli, e Gennaro Sorrentino con cui ho giocato nella Fortitudo Bologna tre anni fa. Con coach Calvani non ho avuto mai la fortuna di poter lavorare e sono veramente contento di poterlo fare in questa stagione.”

Fonte: Ufficio Stampa USBR

Lo Zalgiris Kaunas ha annunciato l'arrivo di Augusto Cesar Lima per la prossima stagione. Ha chiuso la scrosa  stagione in maglia UCAM Murcia viaggiando a 9.1ppg e 5.6rbg. Il giocatore arriva in formula prestito dal Real Madrid.

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1