LOADING

Type to search

Paolo Paci è un nuovo giocatore di Roseto

Luigi Liguori 5 Agosto 2016
Share

Prosegue speditamente la campagna acquisti del Roseto Sharks, che per la prossima stagione si assicura sotto le plance i centimetri di Paolo Paci, che fungerà da pivot titolare nel quintetto di coach Di Paolantonio.

Nato a Chivasso (TO) il 5 luglio 1990, Paolo è cresciuto nel settore giovanile della Junior Casale Monferrato, vestendo successivamente le casacche di Valenza, Cecina, Omegna e Siena, con la quale nel campionato 2013/2014 ha ottenuto la promozione in A2. Nella scorsa stagione ha vestito la maglia dell'Aurora Jesi, mettendo insieme 7.7 punti e 5.2 rimbalzi in oltre 26 minuti di impiego.

“Continuiamo l'opera di costruzione del nostro roster – dichiara il coach e direttore sportivo Emanuele Di Paolantonio- inserendo un altro giocatore che ha dimostrato grande voglia ed un entusiasmo nell'accettare la nostra proposta, ed è questo un requisito fondamentale per far innamorare i tifosi ed ottenere risultati di squadra. Chiederemo a Paolo di trasportare il suo entusiasmo e la sua energia in campo, certi che il suo contributo sarà fondamentale per arrivare all'obiettivo salvezza”.

Queste invece le prime parole da Squalo di Paolo Paci: “Innanzitutto vorrei ringraziare la società ed il coach per avermi voluto in questo progetto, dandomi fiducia e possibilità di crescita. Vorrei salutare tutti i tifosi e dirgli che sono carichissimo per questa nuova avventura e non vedo l'ora di indossare la maglia del Roseto Sharks. Sono onorato di poter giocare davanti ad un pubblico che ha visto grandi giocatori di altissimo livello, in una città che vanta un'importantissima storia cestistica. Ci vediamo molto presto!”.

Fonte: Ufficio stampa Roseto Sharks

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1