LOADING

Type to search

Matera regge un solo tempo, poi è monologo di Ferrara

Share


Nessuna vittoria è scontata, soprattutto nella pallacanestro. Contro il fanalino di coda Matera la truppa di coach Morea aveva iniziato male, impacciata, imprecisa, il pubblico del Pala Hilton Pharma stava già cominciando a sudar freddo quando a fine primo tempo il tabellone recitava + 1 Bondi: 42-41. Non proprio quel risultato che si pronosticava alla vigilia della palla a due. Un’altra musica nella ripresa: con i padroni di casa che spingono sull’acceleratore, via le nubi in attacco e maglie in difesa che si stringono. Perde quota la Bawer, poco fiato rimasto, poche idee se non dal duo Hamilton (ultima partita in maglia bianco-blu) – Okoye. Ci ha provato fino all’ultimo coach Gresta a caricare i suoi, che nonostante le mille difficoltà escono tuttavia dal Pala Hilton Pharma a testa alta, ma senza i due punti. E alla fine a noi importa solo quello. Mors tua vita mea.

I° QUARTO

Apre Rush attaccando in post sotto canestro, gli risponde Guarino in penetrazione. Un po’ opaco l’avvio dei bianco-azzurri: Rush, Bucci, Brkic, tutti corti al ferro. Dopo 3’ inizio con le polveri bagnatissime: 2-2 il parziale. Dopo 4’ si smuove finalmente il tabellone ma è Matera a spingersi avanti 2-5 con la tripla di Hamilton. Poi Cantagalli in penetrazione (2-7) e comincia ad aleggiare qualche mugolio da parte del Pala Hilton Pharma. Rush, ancora in penetrazione, poi Hamilton 2/2 dalla lunetta. Zaharie con il piazzato dall’angolo: dopo 6’ è sempre la Bawer avanti 5-11. Losi in contropiede appoggia per 2 punti facili. Hamilton, il più pimpante dei suoi, ancora da tre punti: 8-14. Ancora Rush dal post basso. Zaharie appoggia da sotto in pick&roll, Henderson risponde con il piazzato da due. Dopo 8’ è sempre la Bawer a condurre, 12-16 il punteggio. Primo sussulto di marca Bondi che si vede verso la fine, prima Bucci da tre, poi Lestini da distanza siderale ancora per i tre punti. Punteggio impattato sul 19-19 con Ferrara che chiude un primo quarto più ostico di quanto si potesse immaginare.

II° QUARTO

Matera, è sempre e solo Hamilton, attacca l’area e porta a casa punti e falli. Ghirelli, lanciato in campo, si fa notare con la tripla: la Bondi mette per la prima volta nel corso della partita il naso avanti 24-23 dopo 1’30’’. Henderson, bel secondo periodo per lui, prima da due poi con la volpata del recupero con fallo subito (il terzo personale di Hamilton). Gioco da tre punti finalizzato e dopo 5’ ritorna avanti la Bondi 30-27. Cavalca l’onda la Bondi, che infilza con Bucci da tre. Dopo 6’ punteggio 33-27 con coach Gresta che ricorre ai ripari con il primo time-out del match. Reagiscono, eccome se reagiscono, i lucani: Cantagalli 2/2 dai liberi, poi Zaharie da due punti dall’angolo, Guarino in transizione prende e spara da tre. Contro-break 7-0 Matera e tabellone del Pala Hilton Pharma che re-inverte nuovamente la leadership: di nuovo Matera avanti 33-34 dopo 8’. Per la Bondi doppia folata di Brkic: prima da due sotto canestro, poi con il piazzato da tre. Si rivede Rush in penetrazione, in acrobazia: altri due. Matera trova Okoye, con la doppia tripla, l’ultima a chiudere il quarto, con la Bawer che con orgoglio rimane aggrappata alla schermaglia (42-41).

III° QUARTO

Ferrara rispolvera Rush, prima dal post basso, in penetrazione e da tre. Fa tutto Erik, gli da una mano Losi con la tripla. Primo parziale a favore Bondi che tenta l’allungo a +6: 52-46 dopo 3’. Matera comincia a scricchiolare, innervosita, Guarino sanzionato con il fallo tecnico, Losi insacca il “penalty”. Ferrara trova vento favorevole, è il momento giusto per svoltare. Ci pensa Brkic, servito da sotto in pick&roll: 55-46 dopo 4’ e time-out Matera. Parziale 13-5 Ferrara. Lestini imbeccato ancora da tre: Bondi che allunga ancora a +12: 58-46. Ci pensa Hamilton con la tripla a fermare l’emorragia per i lucani. Dopo 6’ 58-49. Rush attacca e trova il jumper da due. Hamilton, sempre lui 2/2 dalla lunetta. Bucci in penetrazione. Guarino da tre. Matera non molla, con un cuore grande così ritorna a -8 quando mancano 2’ dalla terza sirena (64-56). Bucci con la tripla verso il finale, al terzo mini-riposo Ferrara a +11: 67-56.

ULTIMO QUARTO

Bucci apre con il piazzato da due. Risponde Matera, con Okoye prima da sotto, poi da tre a portare i suoi sotto la doppia cifra, 69-61 dopo 3’. Di nuovo Rush, dall’angolo per la tripla: 72-61. Poi Brkic imbeccato da tre e di nuovo Rush in alley-oop a firmare l’azione più spettacolare della partita. La Bondi sulle ali dell’entusiasmo vola a +15 a 5’ dalla fine, con Matera che ormai non ne ha più. 77-62 il punteggio, il Pala Hilton Pharma comincia già ad applaudire, preludio della “W” finale. Ci pensa Losi, ancora da tre, poi Henderson da sotto canestro che corregge per i due punti. 82-63 per la Bondi che ormai deve solo limitarsi a passeggiare sulle macerie della Bawer, con i giocatori ormai con la testa sotto la doccia.

Bondi Pall. Ferrara – Bawer Matera  88-70

Ferrara: Rush 26, Ebeling n.e, Lestini 6, Bucci 17, Losi 13, Salafia, Verrigni, Henderson 13, Ferrara n.e Ghirelli 3, Soloperto, Brkic 14 All. Morea

Matera: Hamilton 26, Guarino 12, Mastrangelo n.e, Corral, Okoye 21, Cantagalli 4, Rugolo, Bertocco 1, Loperfido n.e, Zaharie 6  All. Gresta

Arbitri: Belfiore, Bongiorni, Costa

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Ferrara