LOADING

Type to search

Mantova: firmato Luca Giacomo Rinaldi

Luigi Liguori 3 Agosto 2016
Share

La Pallacanestro Mantovana comunica di aver firmato per la stagione 2016/17 l’atleta Luca Giacomo Rinaldi.
Nato il 05/12/1996 a Milano è un’ala forte di 202 cm..

Luca inizia a giocare a basket all’età di 11 anni e i primi anni di giovanili li disputa nel Paullo, il paese vicino al suo. A 14 anni prova a cambiare e gioca un anno nelle giovanili dell’ABC Basket Crema.
La stagione successiva decide, in accordo con la famiglia, di provare ad inseguire un sogno nel cassetto intraprendendo la vita del cestista lontano da casa. Luca si trasferisce a La Spezia giocando nel Basket Follo, disputando le giovanile e nei campionati 2013/14 e 2014/15 la DNC mentre nell’ultima stagione il campionato di Serie C Silver. Luca ha chiuso la stagione 2015/16 con 11.2 punti di media.
Rinaldi vestirà la maglia della Dinamica Generale n. 75.

Felicità, emozione e determinazione nelle prime parole del nuovo biancorosso:
“Non ho un curriculum di basket di alto livello, sono semplicemente un ragazzo che ha un sogno nel cassetto ed è quello di giocare a basket sperando di fare della mia passione la mia vita. La Società di Mantova mi sta offrendo una grande opportunità che è quella di far parte di questa squadra e di disputare un campionato per me mai praticato e di alto livello. Sono davvero contento e ringrazio tanto il Coach e la Società. Sono sicuro che imparerò tanto, sarà dura all’inizio ma ce la potrò fare, non intendo mollare e sono disposto a qualsiasi cosa pur di riuscire nel mio obiettivo.”

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1