LOADING

Type to search

Imola: i centimetri di Jacopo Borra a difendere il canestro

Luigi Liguori 9 Luglio 2016
Share

L’Andrea Costa Imola Basket è lieta di annunciare che è stato raggiunto un accordo per la stagione 2016/2017 con Jacopo Borra.

Piemontese classe 1990, centro di 216cm, è reduce da una positiva esperienza tra le fila di Roseto, diretta avversaria imolese nella A2 delle ultime due stagioni, dove ha totalizzato 9 punti e 5.5 rimbalzi in 18 minuti di media.

Precedentemente ha giocato per Barcellona Pozzo di Gotto, Omegna, Pistoia (promozione in Serie A), Treviglio e Fortitudo Bologna, arrivando quindi a Imola con una solida esperienza alle spalle.

Si tratta di un acquisto importante che va ad arricchire il reparto lunghi biancorosso con un elemento dal grande impatto fisico,  molto incisivo sia in fase difensiva che offensiva.

Con l’arrivo di Jacopo Borra diventano quattro i tasselli completati nel roster biancorosso 2016/2017: va infatti ad aggiungersi ai confermati Michele Maggioli e Patricio Prato e all’altro neo biancorosso Alex Ranuzzi.

Fonte: Ufficio Stampa Andrea Costa Imola

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1