LOADING

Type to search

Giacomo Eliantonio firma alla NPC Rieti

Luigi Liguori 28 Luglio 2016
Share

Comincia a prendere forma la batteria dei lunghi della NPC che ha appena contrattualizzato Giacomo “Jack” Eliantonio.

Con una stazza di 206 cm per 103 kg, Giacomo è un giocatore che ricopre il duplice ruolo di ala forte e centro. Tra le sue caratteristiche c’è il tiro da fuori, ma anche una grande duttilità e la capacità di mettersi al servizio della squadra. Classe 1988, nativo di Terni, Jack è cresciuto cestisticamente nelle giovanili di Siena dove ha militato 3 stagioni. I primi due anni da professionista li ha giocati a Jesi, in Legadue, poi una stagione a Scafati, due anni a Rimini, per poi spostarsi nuovamente nelle Marche a Recanati e Falconara. Nel suo passato anche una esperienza con la Nazionale Under 20 con cui ha partecipato agli Europei del 2008.

Ciao Giacomo, cosa ti ha fatto scegliere Rieti?

 

“Per me che sono nato e cresciuto a pochi chilometri, è una in cui mi fa molto piacere avere l’opportunità di giocare. Ho parlato con società e allenatore, ed il progetto è molto interessante, con alcuni giocatori che hanno già firmato e la squadra finora è molto competitiva. Sono stato molto contento di aver ricevuto questa chiamata, è un’ottima occasione per me a livello personale”.

Dunque conosci già i tuoi nuovi compagni di squadra?

“Con due di loro ho giocato insieme: un con Alex (Zanelli) una stagione, con Marcos (Casini) due. Gli altri li conosco da avversario La squadra è stata costruita con giocatori a livello morale e tecnico importanti”.

Che aspettative hai per la stagione?

“Difficile dirlo adesso, credo che con gli ultimi giocatori con cui chiuderanno sarà una squadra che può fare molto bene in questo campionato. Non si possono fare pronostici ora, ma è sicuramente una squadra che se trova i suoi meccanismi può dare delle grandi soddisfazioni. Spero di poter dare quello che mi è stato chiesto. Io darò il mio meglio, l’impegno quotidiano ed in partita sarà massimo. Spero di ripagare la fiducia della società e dell’allenatore. Il mio obiettivo personale coincide con il risultato della squadra”.

Vuoi mandare un messaggio ai tifosi di Rieti?

“E’ una piazza importante e storica della pallacanestro italiana, spero di poter dare delle belle soddisfazioni alla tifoseria che è una tifoseria attenta e conosce bene la pallacanestro. Sono contento, emozionato e non vedo l’ora di cominciare”.

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1