LOADING

Type to search

Domenica di fuoco a Scafati: al PalaMangano arriva Tortona

Share

Scafati

Giovanni Perdichizzi (allenatore) – “Giocheremo contro una delle squadre candidate sin dall’inizio ad un ruolo di vertice in questo campionato e lo sta facendo, restando stabilmente tra le prime quattro della graduatoria. È una squadra attrezzata a competere per le prime posizioni, allenata bene, che gioca un buon basket. Noi giocheremo in casa, dinanzi ai nostri tifosi, e dovremo metterci tanta energia e intensità, puntando sulla difesa e sul contropiede. Tortona ha due punti di forza, rappresentati dai due americani: Brooks, che ha già giocato in Italia a Napoli, conosce bene il campionato ed ha avuto un ottimo impatto in questa stagione; Marks invece è una guardia tiratrice che sa fare canestro in parecchi modi, da tre come in penetrazione. Ma nel roster piemontese ci sono anche atleti italiani molto forti, come Garri e Reati: il primo l’ho allenato a Barcellona la passata stagione ed è atleta di consistenza sia sotto i tabelloni che dal perimetro; il secondo è reduce da una stagione da protagonista a Verona ed è un tiratore micidiale dalla lunga distanza. Ci sono poi due playmaker: Simoncelli, molto esperto, che parte dalla panchina, ma che gioca sempre più del titolare; Spissu, che invece è uno dei veri talenti del basket italiano. Infine, non vanno dimenticati giocatori come Ammannato, in grado di ricoprire entrambi i ruoli dei lunghi, che mette grande fisicità ed agonismo, ed uno specialista in difesa, dotato di grande energia e dinamismo, come Bianchi. Dovremo essere pronti, con il nostro modo di giocare, a sfruttare i vantaggi che si presenteranno e limitare il loro gioco, i loro punti di forza ed evidenziare invece i nostri”. 

Patrick Baldassarre (giocatore) – “Tortona mi piace molto per il suo modo di giocare di squadra, guidata molto bene da coach Cavina, il quale sono stato onorato di avere avuto come mio allenatore, anche se solo per pochi mesi, e che ha impresso il suo marchio di fabbrica sulla squadra. È un collettivo ostico, che, se affrontato con leggerezza, può farci lo sgambetto. Dobbiamo metterci massima attenzione, trattando l’avversario come se fosse il primo della classe. Il loro atleta più importante è sicuramente Brooks, che in campo fornisce molta intensità, punti, energia e rimbalzi. Il pacchetto esterni è composto da atleti molto perimetrali, che prediligono il tiro dalla lunga distanza, come Reati, sul quale dovremo essere molto attenti. È una squadra che gioca con pazienza e muove parecchio la palla. Noi dovremo essere bravi a mettere un po’ di granelli di sabbia nei loro ingranaggi”. 

Tortona

Demis Cavina (allenatore) – “All'atletismo e alla stazza dei giocatori di Scafati dovremo rispondere giocando con tanta energia per tutto l'arco del match. Tecnicamente completa in ogni reparto, hanno il loro punto di forza nella coppia di americani Mayo-Simmons, l'asse play pivot da cui passano molti possessi e da cui traggono vantaggi anche i compagni. Conosco bene anche l'ambiente sempre molto caloroso e che, vista l'imbattibilità casalinga, sembra essere anche quest'anno una spinta emotiva in più per una delle favorite alla promozione”. 

De’Mon Brooks (giocatore) – “Veniamo da due vittorie importanti come quella a Siena e in casa con Ferentino, questo ci ha dato fiducia premiando il lavoro che stiamo facendo. Sappiamo che la trasferta a Scafati sarà una partita dove bisognerà giocare con grande concentrazione e dando la giusta importanza a ogni pallone che avremo in mano. Hanno perso a Reggio Calabria e ad Agropoli dimostrando di non essere imbattibili. Gli equilibri di questo campionato dimostrano che nessun risultato è scontato”.

Fonte: Ufficio Stampa LNP