LOADING

Type to search

Biella, Carrea dopo l’acquisto di Tessitori: “Posto giusto per esprimere il suo potenziale”

Luigi Liguori 9 Luglio 2016
Share

 

“Ho conosciuto Amedeo quando era bimbo nel settore giovanile della Virtus Siena e ne ho seguito la crescita. Rispecchia esattamente le caratteristiche che cercavamo nel successore di Luca Infante: è un lungo dinamico al primo step di un percorso di crescita che potrà affrontare con la sua nuova squadra. Amedeo ha dimostrato quanto può valere in questa categoria nella sua esperienza a Forlì. Nei tre anni che ha vissuto in Serie A non ha potuto dare continuità al suo progetto tecnico perchè ha cambiato allenatori e club, e questo non lo ha di certo aiutato; a Biella può trovare l'ambiente giusto per esprimere tutto il suo potenziale. È un giocatore dal grande impatto fisico e con buone mani, ma anche un ragazzo con eccellenti qualità morali e che ricordo con piacere per la sua allenabilità. Siamo pertanto contenti di averlo insieme noi e convinti che questa possa essere un'operazione importante per il futuro di Pallacanestro Biella”.

Fonte: Ufficio Stampa Angelico Biella

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1