LOADING

Type to search

Assigeco Piacenza: arriva “Bobby” Jones

Luigi Liguori 13 Luglio 2016
Share

È in dirittura d'arrivo l'accordo per l'ingaggio dell'ala americana BOBBY JONES (201cm, 98 Kg).
Nato a Compton (California) il 9 gennaio del 1984, Bobby ha frequentato l'University of Washington, per poi venire selezionato dai Minnesota Timberwolves nel draft NBA del 2006 che lo hanno subito ceduto ai Philadelphia 76ers.
L'anno successivo, Jones realizza un insolito record riuscendo a vestire, nella stessa stagione, ben 5 maglie NBA diverse: Denver Nuggets, Memphis Grizzlies, Houston Rockets, Miami Heat e San Antonio Spurs.
Nel 2009 decide di provare l'esperienza oltreoceano, sbarcando in Italia, alla Banca Tercas Teramo. Da quel momento non lascerà più il Bel Paese disputando ottimi campionati di Serie A con Montegranaro (2010-2011), Fulgor Libertas Forlì (2011), Giorgio Tesi Pistoia (2011-2012) e Virtus Roma (2012-2015) con la quale centra addirittura la finale Scudetto (poi persa con la Montepaschi Siena) nel 2013, giocando al fianco di giocatori del calibro di Gigi Datome e Phil Goss.
Nella scorsa stagione, Jones ha conquistato una sofferta salvezza in Serie A con la Juve Caserta viaggiando ad una media di 11,6 punti e 6,1 rimbalzi a partita.
Lungo atipico in grado di coprire anche fino a tre ruoli in campo grazie alla sua grande duttilità e potendo contare su un buonissimo tiro da tre punti. Sarebbe un innesto di spessore, talento ed esperienza per la nuova UCC Assigeco Piacenza di coach Marco Andreazza.
WE HOPE, BOBBY!

Fonte: Ufficio Stampa Assigeco Piacenza

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1