LOADING

Type to search

Agrigento: sbarca in Sicilia Perrin Buford

Luigi Liguori 31 Luglio 2016
Share

La Fortitudo Moncada Agrigento comunica di aver ingaggiato l’esterno statunitense Perrin Buford (198 cm, 100 kg), proveniente da Decatur, Alabama, nato il 25 gennaio 1994.
VIDEO: I suoi highlights dell’ultima stagione!
Buford ha completato quest’anno il suo percorso universitario, uscendo dalla Middle Tennessee State University.
Nella stagione 2015-16 ha segnato 12.0 punti (50.6% dal campo, 42.1% da tre), catturato 5.9 rimbalzi, distribuito 2.0 assist e stoppato 1.1 tiri per gara in 29.1 minuti.
Ha partecipato al Torneo NCAA con i suoi Blue Raiders la testa di serie #15 (Midwest Regional) rendendosi protagonista di una delle più clamorose sorprese della stagione, eliminando al primo turno la #2 Michigan State, allenata dal grandissimo coach Tom Izzo.
Buford porterà ad Agrigento il suo atletismo, la sua duttilità e la capacità di essere uomo-squadra, completando così il pacchetto di esterni a disposizione di coach Franco Ciani per la stagione 2016-17.
Le parole del d.s. Cristian Mayer: “Cercavamo un giocatore completo, in grado di darci fisicità, che prendesse molti rimbalzi come esterno, che sapesse fare bene un po’ di tutto. Non ha una vera e propria specialità, ma sa fare bene tante cose. Volevamo, soprattutto, un americano che avesse tanta voglia di difendere, e lui sembra proprio possederla. Per questi motivi ci è sembrato il giocatore ideale, quello con le caratteristiche migliori”.

Fonte: Ufficio Stampa Moncada Agrigento

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1