LOADING

Type to search

Agrigento: arriva Damen Bell-Holter

Luigi Liguori 21 Luglio 2016
Share

La Fortitudo Moncada Agrigento comunica di aver ingaggiato il lungo statunitense Damen Bell-Holter (206 cm, 111 kg), nato a Hydaburg, Alaska, il 13 aprile 1990.
Damen ha giocato al college per la Oral Roberts University dal 2009 al 2013 (15.5 punti, 9.4 rimbalzi, 1.3 stoppate e 1.2 assist nel suo anno da senior), riuscendo a ottenere un invito al Training Camp dei Boston Celtics nel settembre di quell’anno.
Ha disputato la stagione 2013-14 nella Lega di Sviluppo della NBA (D-League) con i Maine Red Claws (8.6 punti, 4.8 rimbalzi in 18.4 minuti), prima di iniziare il suo giro in Europa.
Nel 2014-15 ha giocato nella seconda serie turca al Pertevniyal Istanbul (10.9 punti, 7.2 rimbalzi, 1.1 assist in 23.1 minuti), mentre nell’ultima stagione ha giocato in Finlandia con il Lapuan Korikobrat (14 punti, 8.5 rimbalzi in 27.2 minuti).
Giocatore di muscoli ma anche di buona tecnica, Bell-Holter sarà il nuovo punto di riferimento dentro l’area nel sistema di gioco di coach Franco Ciani.
Le parole del d.s. Cristian Mayer: “Diamo il benvenuto al nostro nuovo centro. Damen è un giocatore esperto e possiede le caratteristiche che cercavamo, siamo molto fiduciosi che possa fare bene nel nostro sistema di gioco”.

Fonte: Ufficio Stampa Moncada Agrigento

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1