LOADING

Type to search

NBA

Steve Nash: “Non paragono Curry a Jordan ma sta diventando qualcosa di storico di per se”

Share

Steve Nash interpellato su Steph Curry si dimostra particolarmente eloquente su cosa vede nell'MVP, su quanto sia unico nel suo genere ed il ruolo che potrebbe avere nello sviluppo dell'NBA: “Non paragono Steph a Michael Jordan, nessuno può essere paragonato a Michael – esordisce Nash – ma posso dire che Curry si sta evolvendo in qualcosa di storico di per se senza bisogno di paragoni. Ogni giorno che passa sta migliorando il suo livello di gioco e questo è a dir poco allarmante per gli avversari, probabilmente è il giocatore con la miglior manualità nella storia del gioco ma può ancora migliorare su aspetti importanti come il saper conservare energie durante la partita, sulla strategia da intraprendere durante il match e su alcune scelte da fare in campo”. Interpellato su quale sia la miglior qualità di Curry Nash non ha dubbi: “Il suo range di tiro! L'abilità che ha nel costruirsi il tiro dal palleggio e da distanze impossibili è incredibile!”. E se lo dice un due volte MVP c'è da crederci.