LOADING

Type to search

NBA

Nba Stats Corner #4

Share

Draymond Green a tutto tondo: Nel ricordare il 24-0 dei Warriors (28-0 considerando le ultime quattro partite della passata regular season, a meno 5 dal record storico del Los Angeles Lakers 1972-73), ormai prassi cosuetudinale ma sempre dovuta, oltre ad uno Steph Curry semplicemente inumano troviamo un Draymond Green da record. Nella vittoria in doppio overtime sui Celtics (senza Barnes e Klay Thompson) l'ex Michigan ha messo a referto una prestazione da 24 punti 11 rimbalzi 8 assist 5 stoppate e 5 rubate, raggiungendo i soli Olajuwon (5 volte) e Derrick Coleman (una volta per l'ex Philadelphia e Charlotte su tutte) nella ristrettissima cerchia di giocatori in grado di realizzare una partita da almeno 20/10/5/5/5, intesi come punti, rimbalzi, assist rubate e stoppate. In una serata “opaca” per Curry da 8 palle perse e 9/27 al tiro (pur con 38 punti 11 rimbalzi ed 8 assist…) Golden State deve ringraziare il suo lungo, fondamentale nel continuare a scrivere la storia di questi Warriors.

Undicimilaquattrocentonove: Meglio scriverlo anche in cifre: 11409. Sono i rimbalzi difensivi presi in carriera da Kevin Garnett, che grazie ai 5 catturati nella sconfitta dei suoi T-Wolves contro Denver ha superato Karl Malone in questa speciale classifica, issandosi al primo posto nella storia della Lega per rimbalzi difensivi. Garnett, con 14612 rimbalzi totali, si trova al sesto posto nella classifca All-time per palloni catturati, comandata da un irraggiungibile Jabbar (17440) seguito da Moses Malone (16212) e Karl Malone (14968). Il quarto è il sempreverde Tim Duncan, che può aspirare al “podio” già in questa stagione, visti i suoi 14828 rimbalzi mentre per KG l'obiettivo rimane Parish, distante poco più di 300 rimbalzi.

1000 di queste triple: Kevin Durant è diventato il 79esimo giocatore a superare il prestigioso traguardo delle mille triple realizzate in carriera, esattamente 1001 in 581 partite disputate, con una invidiabile percentuale del 38%. Per dare un'idea Curry è a quota 1316 in 440 partite, non sufficienti però a togliere meriti ad un giocatore come Durant, giunto proprio nella vittoria delle mille triple contro Atlanta alla sua settima tripla doppia in carriera.

Le crisi di Bucks e Wizards: Nei negativi e soprattutto inaspettati inizi di stagione di Milwaukee e Washington troviamo importanti conferme in alcuni dati statistici. La squadra di Jason Kidd è passata dall'avere il secondo miglior rating difensivo nella passata stagione (99.3) al ventiseiesimo di queste prime 23 partite disputate (105.3), francamente un dato inspiegabile al netto di un roster quasi totalmente riconfermato. Washington, nonostante abbia cambiato in parte la sua filosofia di gioco aumentando notevolmente il numero di possessi grazie a quintetti più atipici, ha peggiorato il suo rating offensivo (-2 rispetto alla passata stagione)  perdendo anche efficienza in quello difensivo. Non sempre cambiare filosofia di gioco, senza i giocatoria adatti, può portare i frutti sperati: sarà necessario inc asa Wizards capire quale strada voler seguire, in modo da poter adattare di conseguenza un roster fino ad ora difficile da modellare.

Stefano Chiossi