LOADING

Type to search

Mirotic e i Bulls si separano: destinazione New Orleans

Matteo Bettoni 1 febbraio 2018
Share

Il futuro di Nikola Mirotic non è più affare dei Chicago Bulls. Nel primo pomeriggio americano, secondo quanto riportato da Adrian Wojnarowski di ESPN, l’ala è stata scambiata con Omer Asik, Tony Allen e una scelta al primo turno del draft 2018 dei New Orleans Pelicans. Ad aggiungersi al pacco diretto nella Windy City anche il playmaker Jameer Nelson.

In questo nuovo scenario, secondo K.C. Johnson de Chicago Tribune, i Bulls taglieranno Quincy Pondexter e il veterano Tony Allen per liberare dopo la trade di Mirotic altro spazio salariale.

Per quanto riguarda i Pelicans, Nikola Mirotic era l’obiettivo più plausibile dopo il grave infortunio di DeMarcus Cousins. L’ala è stata acquisita grazie all’accordo raggiunto sui $12.5 milioni che inizialmente i Pelicans non erano sicuri di garantire per il 2018-2019. Così facendo, i Pelicans hanno $2.2 milioni di spazio sotto la luxury tax per poter puntare ad un altro paio di giocatori al minimo salariale. Alcuni voci dicono la squadra di New Orleans abbia messo gli occhi su Greg Monroe.

Il nuovo 4 di New Orleans andrà a rinforzare il reparto sotto il punto di vista della realizzazione visto che, fino a poche ore fa, il posto sarebbe stato coperto da Dante Cunningham.

Infatti Nikola Mirotic sta vivendo la sua migliore stagione nella NBA nella metà campo offensiva: il suo tiro da tre punti non è mai stato così efficiente (43% da oltre l’arco) e allo stesso modo il suo tiro da dentro l’area che raggiunge il 47%. Ma la sua capacità difensiva è ancora un aspetto da sviluppare visto che lo spagnolo si trova al 261° posto per plus/minus difensivo reale (-0.14) e il suo rating difensivo è ai minimi storici.

 

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1