LOADING

Type to search

NBA

Miami vittoriosa in volata contro Utah, Tyler Johnson decisivo

Share

Miami Heat- Utah Jazz (92-91): Assenti Wade da una parte (in ospedale con il figlio, che comunque non desta preoccupazioni) e Gobert dall'altra sono proprio i loro sostituti ad infiammare la partita, ovvero Tyler Johnson (secondo anno) e Derrick Favors. Favors disputa una sontuosa partita da 25 punti 12 rimbalzi ed il career high per stoppate (7) mentre Johnson disputa una grande prestazione offensiva, dimostrando che in quella metà campo il talento non manca per un giocatore nemmeno scelto al Draft, impreziosito dal canestro della staffa chiamato per lui da coach Spoelstra che ha regalato il doppio e decisivo possesso di vantaggio agli Heat nel finale. Con l'innesto di Goran Dragic gli Heat stanno provando a cambiare pelle, cercando di alzare un minimo il ritmo offensivo, ma soprattutto con il quintetto iniziale (Bosh e Whiteside insieme) il compito non è dei più semplici; non caso lo stesso playmaker ex Phoenix incappa in una serata da 7 palle perse, ma è difficile per Spoelstra rinunciare alla sua coppia di lunghi, con un Bosh da 25 punti e 7 rimbalzi (la maggior parte realizzati giocando da “5”) ed un Whiteside da 9 punti con 14 rimbalzi e 6 stoppate, a volte però troppo discontinuo nell'uno contro uno difensivo. Utah recupera uno svantaggio di 10 punti nel primo tempo – non pochi considerando il basso ritmo offensivo dei Jazz – dimostrandosi una squadra solida ma con poco talento offensivo, se non in un Gordon Hayward comunque discontinuo nel corso della partita e in Burke, al netto del già citato Favors in serata di grazia. Nell'ultimo quarto è proprio la difesa degli Heat a salire in cattedra, con Winslow al posto di Deng nel finale (seconda partita consecutiva) e Johnson a sostituire egregiamente Wade: dalle due miglior difese – attualmente – della Lega non ci si aspettava una partita diversa, confermandosi entrambe (pur con un talento ed aspettative diverse) squadre estremamente solide ma ancora in cerca della giusta quadratura, soprattutto in casa Heat.