LOADING

Type to search

Lamar Odom, un ultimo giorno da Lakers

Sibila Vogli 29 Agosto 2017
Share

Dopo aver guardato la morte in faccia nel 2015, a causa di un overdose di cocaina avvenuta in un night club di Las Vegas, pare che per Lamar Odon sia tornato il sereno.

Il veterano NBA, coi suoi quattordici anni alle spalle e due titoli ai Los Angeles Lakers, ha vissuto momenti bui da quando nel 2012 venne ceduto ai Dallas Mavericks. Dipendenza da droghe, depressione, il divorzio con la moglie Khloe Kardashian e l’ultimatum della figlia; “Papà, fatti aiutare o non ti parlo più!”.

Alla fine del tunnel però, c’è sempre la luce e a quanto pare Odom potrà tornare a vestire la sua amata maglia gialloviola per un ultima volta. Secondo voci starebbe infatti contrattando il suo ritorno coi LA Lakers. La durata del contratto? Un giorno. Solo ventiquattrore, per ritirarsi ufficialmente con la maglia con cui ha vissuto i momenti migliori della sua carriera.

Embed from Getty Images

A Los Angeles, Lamar ha segnato in media 13 punti e 9 rimbalzi a partita. Dopo aver passato questi momenti terribili  non si può che augurargli, almeno, di chiudere con un lieto fine tutta questa vicenda.

 

Tags:
Sibila Vogli

Nasce a Kavaje(AL) nel 1992 e si trasferisce poco dopo in provincia di Milano. Gioca a basket in una squadra mista per un paio di anni prima di passare al softball che le da anche la possibilità di giocare negli States un'estate e approdare in serie B. Studia architettura al Politecnico di Milano e qui inizia a scrivere di architettura e design sul blog WeVUX creato da alcuni studenti. Passa poi a collaborare con la webzine "Rock and More" trattando di musica indipendente e successivamente curando per la stessa il programma radio "More" in collaborazione con la web radio di Sesto San Giovanni. Entra nella redazione di The Basketball Post a Marzo 2017

  • 1