LOADING

Type to search

Kristaps Porzingis, che peccato! Rottura del legamento crociato e stagione finita per la stella dei Knicks

Fabrizio Fasanella 7 febbraio 2018
Share

Dopo una bella schiacciata, di solito, ci si battono i pugni sul petto o si fa una faccia cattiva rivolta al malcapitato che è appena stato “posterizzato”. Questa volta, però, Kristaps Porzingis non ha esultato, ma è crollato a terra e si è accasciato dal dolore.

Atterrando in seguito a una poderosa schiacciata contro Giannis Antetokounmpo, il miglior giocatore dei Knicks ha appoggiato male il ginocchio sinistro e si è procurato l’infortunio peggiore per uno sportivo di ogni età: rottura del legamento crociato anteriore. I tempi di recupero si aggirano attorno ai dodici mesi e quindi la stagione dell’Unicorno lettone (e anche quella di New York…) è finita prematuramente. L’annuncio della franchigia ha sorpreso un po’ tutti al Madison Square Garden: sia coach Hornacek, sia Enes Kanter hanno infatti lasciato il palazzetto senza mostrarsi particolarmente preoccupati riguardo le condizioni del lungo 22enne.

Continua, dunque, la maledizione del “Team LeBron” che parteciperà alla nuovo format dell’All-Star Game. Dopo John Wall, DeMarcus Cousins e Kevin Love, anche Porzingis non parteciperà a causa di un infortunio. L’ala grande ha chiuso la sua terza stagione in NBA con 22,7 punti, 6,6 rimbalzi, 1,2 assist e 2,4 stoppate in 32,4 punti di media.

La notizia del suo infortunio non è passata inosservata tra i giocatori…

Tags:
Fabrizio Fasanella

Nasce a Milano, dove vive tuttora, l’1 Novembre del 1996. Studia comunicazione e società all’Università degli Studi di Milano dopo cinque anni di liceo delle scienze umane opzione economico-sociale all’Istituto Tenca. Gioca a basket dalla terza elementare alla quinta superiore, girando diverse società milanesi e dell’hinterland. Appassionato ed esperto della stella dei Nuggets Danilo Gallinari, nel 2010 apre una pagina Facebook a lui dedicata che gli permette di farsi notare e di avere la possibilità di unire le sue due più grandi passioni: la pallacanestro e la scrittura giornalistica. All’inizio della stagione 2012-13 comincia a pubblicare i primi articoli sull’Olimpia Milano per ScoutingCenter.net (la “vecchia” versione di The Basketball Post) e già nel 2014, a 18 anni nemmeno compiuti, ha l’opportunità di vivere da giornalista accreditato le Final Four di Euroleague a Milano e le finali scudetto (nei match al Forum d’Assago) tra l’Olimpia e la Mens Sana. Verso la fine del 2014 diventa, tra le altre collaborazioni, vice responsabile di Redazione del sito assieme ad Alessandra Conti. Su Facebook lo trovate sulla pagina “Fabrizio Fasanella’s Basketball Articles”. I suoi giocatori preferiti di sempre sono il già citato ‘Gallo’, Ray Allen, Kobe Bryant, Vassilis Spanoulis, Manu Ginobili e Sasha Djordjevic. Sul web scrive anche di benessere e sport all'aria aperta.

  • 1