LOADING

Type to search

NBA

Kobe vs LeBron storia di una rivalità inventata dai media e realmente mai nata

Share

Ieri notte si è giustamente celebrato l'ultimo atto della sfida tra Kobe Bryant e LeBron James, senza dubbio le due stelle più luminose dell'era post Michael Jordan, i due giocatori più riconosciuto a livello globale e due dei marchi sportivi più redditizi nello sport. Ma in tutte queste celebrazioni si è spesso abusato di una parola usata in modo improprio: rivalità. Si perchè definire Kobe Bryant e LeBron James due rivali sul parquet è un esercizio a dir poco forzato, i due non si sono mai trovati faccia a faccia in una finale NBA e tantomeno in una serie di playoff ed avendo 6 anni di differenza anagrafica si sono incrociati al meglio delle proprie possibilità fisiche e tecniche per un numero troppo limitato di partite. Siamo sicuri che il più grande rammarico dell'ex Commisioner David Stern sia stato quello di non poter regalare agli appassionati di basket di tutto il Mondo un'edizione memorabile delle NBA Finals, opportunità solo sfiorata nella stagione 2008/2009 quando un Bryant trentunenne (poi MVP delle Finals) avrebbe potuto affrontare un James ventiquattrenne, purtroppo per Stern e per molti appassionati si opposero all'eventualità gli Orlando Magic di Dwight Howard che negarono al Mondo la nascita di una vera rivalità. L'NBA provò più volte a sfruttare la presunta competizione tra i due programmando la sfida nel giorno di Natale ma gli incontri sotto l'albero si sono sempre rivelati solo ed esclusivamente un ottimo esercizio di marketing che ha avuto come effetto quello di far scatenare i tifosi nel dibattito più effimero ma più coinvolgente che esista: “Chi è più forte tra i due?”. Ad ognuno la propria opinione ma a tutti in ogni caso resterà quel senso di ingiustizia per non aver potuto assistere ad una serie di playoff tra Kobe Bryant e LeBron James, un buco di sceneggiatura che difficilmente potremo perdonare agli dei del basket. .