LOADING

Type to search

NBA

Kobe Bryant: “Ho sempre spinto al massimo e quindi non ho rimpianti”

Share

Quando la propria carriera sta volgendo al termine è normale guardarsi indietro. Ma Kobe Bryant non ha particolari rimpianti ed è giustamente soddisfatto per gli straordinari risultati ottenuti in tutti questi anni, al di là delle delusioni che comunque non sono mancate.

Il “Black Mamba” è tornato a parlare della finale persa nel 2004 contro Detroit: “Erano una squadra migliore. Hanno eseguito tutto molto bene e hanno giocato alla grande. Ci hanno messo molta pressione e non siamo stati pronti a non cedere alle loro trappole. Non eravamo preparati, ci hanno presi a calci nel sedere”, dice Kobe, che continua: “Non credo che la presenza di Malone nelle ultime gare avrebbe cambiato le cose. Avevamo molto talento, ma non serve a nulla quando come squadra non esegui”. 

“Ho lavorato duro, al massimo delle mie possibilità. Ho dato tutto quello che avrei potuto dare. E sto bene con me stesso e con i miei cinque anelli. Quando ho iniziato a giocare sapevo che non avrei mai voluto avere nessun rimpianto. Volevo spingere al massimo. Ed è quello che ho fatto. Quindi sto assolutamente bene con questa situazione”, termina Bryant.