LOADING

Type to search

NBA

Il meglio ed il peggio della notte NBA 4/1

Share

– Butler eroe Bulls: un primo tempo svogliato, senza energia con soli 2 punti poi nell'intervallo la scossa e Jimmy Butler prende in mano le redini della partita spazzando via ogni tipo di avversario che gli si parava davanti battendo il record di un certo Michael Jordan con un tempo di gioco con 40 punti messi a referto (MJ si era fermato a 39). I Bulls vincono così in rimonta sul difficile campo di Toronto e danno una dimostrazione di forza non da poco visto che erano ancora una volta privi di Derrick Rose fermato da un problema al ginocchio.

– Afflalo tiene in vita i Knicks: un Aaron Afflalo ispiratissimo lancia i Knicks al successo casalingo contro gli Hawks dimostrando ancora una volta la sua enorme professionalità. Dopo un periodo difficile l'ex Nuggets e Blazers sta ritrovando ritmo in attacco e contro gli Hawks è esploso in una prestazione da 38 punti con un clamoroso 14/17 dal campo e 7/8 nelle conclusioni pesanti. I Knicks restano così agganciati alla zona playoffs battendo un top team della Eastern Conference nonostante un Anthony silente da soli 11 punti.

– Gallo non basta ad una spenta Denver: Danilo Gallinari realizza 29 punti mettendo a referto la seconda miglior prestazione stagionale ma l'azzurro non basta ad una Denver spenta e senza energia. I Nuggets giocano una partita difensiva tremenda e vengono puniti da un'ottima Portland guidata al successo manco a dirlo dai 25 punti di CJ McCollum. Per i Nuggets invece arriva la sesta sconfitta consecutiva, la zona playoffs si allontana in modo quasi irreparabile e nella mile high city si prospetta un inverno freddo e lungo.

– Wizards che batosta dagli Heat: Washington continua a non aver continuità e subisce una clamorosa sconfitta casalinga contro gli Heat. Il match viene deciso nel secondo quarto quando gli Wizards mettono a referto la miseria di 7 punti mostrando la propria incostanza di rendimento e gli annosi problemi di ritmo offensivo. Alla fine Washington chiuderà con 4/29 da 3 concedendosi agli Heat guidati al successo dai 23 punti di Chris Bosh.

– Suns che disastro: il tracollo dei Phoenix Suns continua inesorabile, questa volta la formazione dell'Arizona cade sul campo dei Lakers guidati al successo dai 30 punti di Lou Williams. I Suns giocano senza anima e non lottano e per i padroni di casa, pur privi di Kobe Bryant, è fin troppo facile ottenere la terza vittoria consecutiva, un evento che non si verificava dallo scorso febbraio.