LOADING

Type to search

NBA

Il meglio ed il peggio della notte NBA 11-12

Share

Kevin is back, guys!

Ebbene sì, «amici sportivi», KD è tornato: ora non vi sono più dubbi. 
25 + 12 + 10. No, non stiamo consigliandovi dei numeri da giocare sulla Ruota del Lotto, bensì vi stiamo semplicemente raccontando i numeri stratosferici con cui l'MVP di due anni fa ha letteralmente abbattuto le difese dei poveri Atlanta Hawks. Per Durant è dunque arrivata la tripla doppia, ennesimo segnale che ci fa intendere che il nativo di Washington sta recuperando il suo consueto stato di forma.
Adesso, è chiaro: dei Thunder bisogna avere paura!

[youtube=https://youtu.be/80DdhCZhonA]

Chicago vs. Clippers = Scontro fra Titani

Chicago Bulls e Los Angeles Clippers, all'interno dei rispettivi organici, possono vantare la presenza di quelli che possono essere considerati i migliori “lunghi” della lega. La specialità della casa? La caccia al rimbalzo. 
A spuntarla (di misura) nella lotta “sotto le plance”, alla fine dei 48', sono stati Gasol & Co. (vincitori anche nel punteggio “che conta” alla fine del match), capaci di catturare 54 rimbalzi totali contro i 52 dei Clippers.
Per amor del Vero, eccovi qualche numero: De Andre Jordan è il re indiscusso della sfida con 14 rimbalzi catturati anche se, è da dire, sotto il tabellone è stato ben aiutato dal collega Griffin, bravo a prenderne 11 (cui ha aggiunto pure uno score di 18 punti); tra i Bulls, invece, il migliore è stato Joakim Noah, “cacciatore” di 13 palloni volanti, cui è seguito Nikola Mirotic con le sue 11 catture.
E Gasol? Lo spagnolo ha preso “solo” 6 rimbalzi, è vero. Ma vi basta sapere che ha segnato 24 punti fondamentali per il successo finale dei Bulls? Immenso.

[youtube=https://youtu.be/2OST3ysctf8]

Perdenti a confronto: i Nets battono Phila

Sono due tra le suadre peggiori della stagione e, durante i primi minuti, ad andare in scena è stata più la Sagra dell'Errore che una partita di pallacanestro. 
Insomma, la vittoria finale dei Nets per 100-91 non è certo tra quelle destinate a passare alla Storia, però, almeno per noi italiani, ha un sapore dolce.
Protagonista del match è infatti stato il nostro Andrea Bargnani, decisivo nel finale di partita e bravo a mettere a referto il season-high di 23 punti (cui si aggiungono anche 6 rimbalzi). 
Niente male, Andrea! 

Fate largo a Melo e Cousins

Avete davanti il passato recente e il futuro della NBA: la sfida tra Anthony e Cousins ha un sapore di un incontro tra due stelle. E tali, i due giocatori, si sono mostrati.
Per entrambi, a referto, si legge una doppia doppia: 23 punti e 14 rimbalzi per Melo; 27 punti e 11 rimbalzi per DeMarcus.
È la storia di una partita tesa, vinta dai Kings sul filo del rasoio (99-97) e decisa solo dalla precisione ai liberi dei “Re” nel finale di partita. 
E il Beli? Partita sottotono per il giocatore nostrano: solo 6 punti con 3/10 dal campo in quasi 20' di utilizzo. 

[youtube=https://youtu.be/fG8cSN1-b5c]

Marco Lorandi