LOADING

Type to search

NBA

Derrick Rose riparte dai Knicks: ora la trade è ufficiale

Fabrizio Fasanella 22 Giugno 2016
Share

Il suo trasferimento a New York era nell’aria e infatti la NBA ha da poco ufficializzato la trade che porterà l’MVP del 2011 per la prima volta lontano da Chicago.

Ai Knicks sono arrivati Derrick Rose, Justin Holiday e una scelta al secondo giro del Draft NBA 2017; in cambio i Bulls hanno firmato José Calderon, Robin Lopez e Jerian Grant. La franchigia della Grande Mela ha anche annunciato il taglio dell’esterno Tony Wroten.

“E’ un giorno eccitante per New York e per i Knicks. Derrick è una delle migliori point guard della Lega ed è un esperto competitore anche a livello di Playoffs. Aggiungerà dinamicità al nostro organico ed eleverà il livello del backourt”, ha detto l’allenatore bianco-arancio-blu Jeff Hornacek.

“Saremo sempre grati a Rose. E’ stato un grande compagno di squadra che ha sempre messo la vittoria al primo posto. Ha combattuto duramente contro i suoi infortuni e la sua rabbia. Ha sempre dato il massimo e la sua annata da MVP rimarrà negli annali. Gli auguriamo il meglio”, ha spiegato il GM dei Bulls Gar Forman.

Il 27enne ha giocato ben sette stagioni nella Windy City, segnando una media totale di 19.4 punti conditi da 6.2 assist (16.4 punti nel 2015-16 e 25.0 nell’anno del premio MVP). Il suo clamoroso potenziale è stato compromesso dai numerosi infortuni, ma per lui ora comincia una nuova era in una piazza affascinante, ambiziosa e costantemente sotto i riflettori.

Phil Jackson, dunque, ha sistemato il primo tassello del mercato estivo dei Knicks. Ora il prossimo obiettivo della squadra è un big man tra Pau Gasol, Joakim Noah e Dwight Howard: dopo gli addii di Afflalo e Williams, che hanno liberato spazio salariale, New York può puntare ancora più in alto durante la free-agency. 

Ecco il tweet di ringraziamento dei Chicago Bulls per D-Rose:

 

Fabrizio Fasanella

Nasce a Milano, dove vive tuttora, l’1 Novembre del 1996. Studia comunicazione e società all’Università degli Studi di Milano dopo cinque anni di liceo delle scienze umane opzione economico-sociale all’Istituto Tenca. Gioca a basket dalla terza elementare alla quinta superiore, girando diverse società milanesi e dell’hinterland. Appassionato ed esperto della stella dei Nuggets Danilo Gallinari, nel 2010 apre una pagina Facebook a lui dedicata che gli permette di farsi notare e di avere la possibilità di unire le sue due più grandi passioni: la pallacanestro e la scrittura giornalistica. All’inizio della stagione 2012-13 comincia a pubblicare i primi articoli sull’Olimpia Milano per ScoutingCenter.net (la “vecchia” versione di The Basketball Post) e già nel 2014, a 18 anni nemmeno compiuti, ha l’opportunità di vivere da giornalista accreditato le Final Four di Euroleague a Milano e le finali scudetto (nei match al Forum d’Assago) tra l’Olimpia e la Mens Sana. Verso la fine del 2014 diventa, tra le altre collaborazioni, vice responsabile di Redazione del sito assieme ad Alessandra Conti. Su Facebook lo trovate sulla pagina “Fabrizio Fasanella’s Basketball Articles”. I suoi giocatori preferiti di sempre sono il già citato ‘Gallo’, Ray Allen, Kobe Bryant, Vassilis Spanoulis, Manu Ginobili e Sasha Djordjevic. Sul web scrive anche di benessere e sport all'aria aperta.

  • 1