LOADING

Type to search

NBA

Ayesha Curry sui tweet nelle Finals: “Non volevo ferire nessuno”

Giampaolo Toselli 7 Luglio 2016
Share

Dopo una concitata gara-6 delle Finals Ayesha Curry, moglie di Stephen, si è scatenata sui social definendo l'NBA “rigged”, ovvero “pilotata”, a causa dell'espulsione del marito. In merito a ciò ha dichiarato: “Ero solo una fan in quel momento e mi pento di come abbia dimostrato il mio dispiacere per l'espulsione. Mi sentivo ferita per ciò che era accaduto in gara-6 a Steph e il mio intento non era quello di ferire qualcuno. Ovviamente non penso che la NBA sia truccata ma l'ho fatto per l'eccessiva foga del momento. Da quando è successo tutto ciò sono stata protagonista di tweet negativi e mi ferisce ciò perché non volevo accusare nessuno. Mi scuso ancora ma credo che le persone dovrebbero parlarne di meno visto le cose più serie che ci sono in questo mondo.”

Basteranno queste dichiarazioni a placare i tifosi della NBA di tutto il mondo?

Giampaolo Toselli

Nato a Frosinone il 20 gennaio 1998, innamorato della pallacanestro dal giorno 1. Vivo a Trieste, in cui studio nella facoltà di Lingue e Letterature Straniere, e collaboro con The Basketball Post dal febbraio 2015 in cui tratto di NBA.

  • 1