LOADING

Type to search

Rio 2016, le parole di coach K dopo la vittoria tirata con la Francia

Luigi Liguori 15 Agosto 2016
Share

Nonostante una gara di difficile in difesa, il Team USA ha chiuso la prima fase di questi giochi Olimpici con un record di 5-0. 
Ecco le dichiarazioni di coach K.

“La cosa che i miei giocatori hanno fatto in maniera consistente è l'aver vinto. Alla fine della giornata nessuno ti chiede null'altro che vincere. […] Io credo che stiamo migliorando in attacco ma dobbiamo migliorare ancora in difesa. […] Il fatto che stiamo migliorando in attacco è un notevole plus, perchè credo che possiamo fare ancora dei miglioramenti per essere migliori in difesa. Ovviamente c'è da giocare meglio, non ci sono dubbi.”
SULLA SCELTA DI SCHIERARE THOMPSON IN QUINTETTO.
“Non dovete dubitare due volte su di lui, lui è uno dei migliori giocatori del mondo. Le poche volte, e dico poche, che non ha tirato bene, ha sempre giocato bene in difesa e gareggiato alla grande. Questo rende lui un giocatore importante sotto due punti di vista che lo rendono un grande giocatore di basket. Siamo fortunati ad averlo in squadra.”

 

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1