LOADING

Type to search

Vitucci: “Brindisi squadra completa noi dovremo confermare i progressi”

Share

Non si è ancora spento l'eco della vittoria domenica scorsa, colta al fotofinish contro Sassari, ed è già tempo di pensare al match numero 13 di stagione, domani in casa dell'Enel Brindisi. Che tipo di formazione troverete?: “Una squadra completa – risponde senza indugi il coach dell'Auxilium Cus Torino, Frank Vitucci – e costruita per stare nella parte alta della classifica. Proprio per questo motivo e l'attuale collocazione in graduatoria, con 12 punti e la sconfitta patita a Milano nell'ultima uscita, Brindisi cercherà di far bene e conquistare due punti”. Cosa dovrà fare l'Auxilium per impedirlo?: “Confermare i progressi palesati due giorni fa contro Sassari e compiere un ulteriore piccolo step. In un arco temporale così breve non si possono fare miracoli ma continuare a crescere sì”. Quale aspetto del gioco dovrete curare maggiormente per essere competitivi in terra pugliese?: “Stare molto attenti alla fase di possesso palla e al momento difensivo, sul quale continuiamo a lavorare. Anche in attacco non dobbiamo concedere vantaggi agli avversari e di conseguenza siamo chiamati a dare maggiori risposte”. Una vittoria, quella contro Sassari, che fa morale: “Senza dubbio – prosegue Vitucci – e tutti sappiamo quanto squadra e ambiente ne avessero bisogno. Il gruppo ha reagito bene alla prova del campo domenica, compattandosi, parlandosi e combattendo fino al termine. E' fondamentale proseguire su questa strada e non distrarsi. Il successo è stato proprio di squadra e questo avevo chiesto ai ragazzi”. Il fatto di tornare in campo a distanza di soli tre giorni lo ritiene positivo o avrebbe preferito un tempo maggiore per rifiatare?: “Avrei preferito una settimana lunga per mettere a punto altri meccanismi di gioco, ma il calendario è questo e ci si deve adeguare”. In chiave personale come ha vissuto la prima a Torino?: “E' stata un'emozione forte. Avevo visto in video il Palazzetto ed il pubblico di casa ma non pensavo di trovare un ambiente così caldo e pronto a stringersi attorno alla squadra in un momento così difficile. Ho pertanto vissuto con enorme piacere la mia prima uscita da allenatore in questa grande piazza”. Quali le condizioni fisiche della squadra, ad un giorno dall'ennesima sfida nel campionato di serie A Beko?: “Mediamente buone – ha chiuso Frank Vitucci – e anche i piccoli problemini, vedi la caviglia di Dyson, non destano particolari preoccupazioni. L'americano, decisivo contro Sassari, sarà in campo”. Chi teme maggiormente nell'Enel Brindisi?: “Adrian Banks è certo il giocatore di maggior spessore della compagine nostra prossima avversaria. Lo conosco bene e lo stimo molto, per le sue caratteristiche di attaccante e non solo. E' un uomo decisivo e dovremo stare attenti alla sua prestazione”.

Fonte: Ufficio Stampa Auxilium CUS Torino