LOADING

Type to search

Verso le Beko Final8: tutti i coach alla ricerca del primo successo

Share

Domenica sera al Forum di Assago comunque vada ci sarà una prima volta, chiunque alzerà la Coppa Italia potrà mettere nel proprio palmares questo prestigioso trofeo, mai ottenuto prima. Per Vincenzo Esposito (Giorgio Tesi Group Pistoia) e Walter De Raffaele (Umana Reyer Venezia) arriverà l'esordio da capo allenatore in una Final8 anche se Vincenzino ha dolci ricordi di questa competizione vinta nel 1988 con la mitica maglia della Juve Caserta. Dopo la precoce eliminazione nei quarti dello scorso anno proverà a fare strada Maurizio Buscaglia, alla sua seconda apparizione consecutiva e con ambizioni sempre più concrete e legittime dopo lo straordinario girone di andata della sua Dolomiti Energia Trento. Seconda apparizione anche per Marco Calvani che, dopo la semifinale del 2013 ottenuta con la Virtus Roma, proverà a portare la Dinamo Banco di Sardegna Sassari ad un clamoroso tris di successi a seguito degli indimenticabili trionfi del 2014 e del 2015 targati Meo Sacchetti. Risalendo la classifica delle presenze troviamo a quota 4 Massimiliano Menetti, per il coach di Reggio Emilia e di conseguenza per la Grissin Bon l'appuntamento con la Final8 è ormai una consuetudine dal 2013 ad oggi, l'obiettivo dichiarato è quello di arrivare finalmente a giocare la finale, solo sfiorata nelle ultime 2 edizioni. Sarà invece la sesta presenza in una fase finale di Coppa Italia per Cesare Pancotto (Vanoli Cremona) e Jasmin Repesa (EA7 Milano); se per età e carisma i due coach rappresentano una certezza in fatto di rendimento, le loro fortune in questa manifestazione sono state davvero alterne, entrambi possono infatti vantare una sola semifinale, ottenuta da Pancotto nel 2010 quando sedeva sulla panchina di Avellino e da Repesa nel lontano 2004 quando il coach croato era chiamato a guidare una corazzata chiamata Fortitudo Bologna. Il veterano di questa competizione è dunque Pino Sacripanti, Venerdì il coach della Sidigas Avellino affronterà per l'ottava volta questa competizione che lo ha visto più volte grande protagonista quando sedeva sulla panchina della Pallacanestro Cantù. Come dimenticare la finale del 2003 e le semifinali del 2004 e del 2005 quando la formazione brianzola si è sempre arresa davanti alla fantastica Benetton Treviso guidata all'epoca da un certo Ettore Messina.