LOADING

Type to search

Una Dinamo autoritaria firma la vittoria numero 100 a Caserta

Share

Vittoria autoritaria del Banco di Sardegna al PalaMaggiò: i campani sconfitti per 70-86. Grande serata per Logan (23 punti) e Haynes ( 20 pt con 6/8 da tre).

La Dinamo Banco di Sardegna conquista la vittoria numero 100 nel campionato della massima serie conquistando i due punti in palio al PalaMaggiò nella sfida con la Juve Caserta. I ragazzi di coach Calvani partono bene fin dal primo quarto, con un David Logan in grande spolvero, a referto con 23 punti, 4 rimbalzi, 4 falli subiti e 25 totale di valutazione. I giganti costruiscono pazientemente il vantaggio nel primo tempo, condotti da Marquez Haynes, vero cecchino dall’arco con 6/8 da tre e 20 punti a referto, e si va negli spogliatoi sul punteggio di 30-46. I padroni di casa non riescono ad invertire l’inerzia della partita nei restanti 20’, nonostante la coppia Downs (22) – Hunt (16). La Dinamo vince e convince, grazie anche al buon apporto degli italiani: su tutti menzione speciale per Brian Sacchetti che ha chiuso con 8 punti e 10 rimbalzi. Con la vittoria di oggi i campioni d'Italia ipotecano la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. Prossimi impegni in agenda per Devecchi e compagni il round 10 di Eurolega a Bamberg giovedì e domenica prossima la sfida con la neopromossa Manital Torino.

La scena. Al PalaMaggiò va in scena l’undicesima giornata di campionato: la Dinamo sbarca in Campania dove affronterà la Pasta Reggia di coach Dell’Agnello. Per i giganti del Banco una partita importante dopo la sconfitta casalinga della passata domenica contro l’Aquila Basket Trento. Questa sera coach Calvani non avrà a disposizione Petway e Marconato, mentre farà il suo esordio in campionato Francesco Pellegrino.

Il match. Coach Marco Calvani manda in campo Haynes, Logan, Alexander, Eyenga e Varnado, coach Dell’Agnello risponde con Giuri, Downs, Gaddefors, Jones e Hunt. Sono i due centri ad aprire i giochi della sfida al PalaMaggiò: Varnado rompe il ghiaccio, Hunt segna dalla lunetta sfruttando il fallo commesso dal centro biancoblu. Logan segna dall’arco, ma Gaddefors firma un canestro and one complice il secondo fallo di Varnado, e con il contropiede di Jones è sorpasso dei padroni di casa (7-5). I campioni d’Italia si sbloccano e con quattro triple della premiata ditta Logan-Haynes scavano il vantaggio (11-19). In una grande seconda frazione i giganti, condotti da Haynes in versione cecchino (4/5 da tre) doppiano gli avversari (15-31). I padroni di casa arginano con Downs e Giuri dall’arco ma si va negli spogliatoi sul punteggio di 30-46. Al rientro dall’intervallo lungo i bianconeri provano a colmare lo svantaggio, ma Sassari tiene i campani a distanza di sicurezza con David Logan (autore di 10 punti nella sola terza frazione). A metà quarto il tabellone dice 42-61. Giuri e Downs conducono la Juve, in casa Dinamo Formenti, Sacchetti e Stipcevic si uniscono alla causa (50-69). Break in avvio dell’ultima frazione per Caserta, ci vuole parlare su coach Calvani: i suoi escono bene dal timeout e con Haynes, caldissimo dai 6.75, (referto con uno straordinario 6/8 da tre), mettono il sigillo sulla partita. Al PalaMaggiò finisce 86-70 per i sardi.

Pasta Reggia Caserta 70- Dinamo Banco di Sardegna 86

Parziali: 11-19; 19-27; 20-23; 20-17.

Progressivi: 11-19; 30-46; 50-69; 70-86.

Juve Caserta- Downs 22, Hunt 16, Cinciarini 2, Adegboye, Amoroso, Jones 14, Gaddefors 7, Ghiacci, Giuri 9, Ingrosso. All. Sandro Dell’Agnello.

Dinamo Sassari – Haynes 20, Logan 23, Formenti 4, Devecchi, Pellegrino, Alexander 7, D’Ercole 3, Sacchetti 8, Stipcevic 7, Eyenga 9, Varnado 5. All. Marco Calvani.

Arbitri: i signori Begnis, Filippini e Bartoli.

Sassari, 13 dicembre 2015

Ufficio Stampa Dinamo Banco di Sardegna