LOADING

Type to search

Tags: , ,

Trento vince e convince sul parquet di Pesaro nell’ultimo match della domenica

Fabrizio Fasanella 25 marzo 2018
Share

La Dolomiti Energia Trentino sbanca la Adriatic Arena battendo la VL Pesaro 62-77 e riprende la corsa playoff dopo lo stop contro Milano che aveva interrotto un filotto di 4 vittorie consecutive: prestazione di grande concretezza dei bianconeri, che piazzano un gran parziale nel secondo quarto (10-28) e poi controllano con pazienza e ritmo per i restanti 20’. Miglior realizzatore dell’incontro Shields (17 punti), ma l’Aquila ha trovato contributo da tutti i giocatori andati a referto: bella doppia doppia per Hogue (14 punti e 11 rimbalzi), 14 con 23 di valutazione per un Sutton particolarmente incisivo intorno al ferro (7/9 al tiro).

I bianconeri torneranno protagonisti fra le mura amiche della BLM Group Arena di Trento con un doppio appuntamento: si parte sabato 31 marzo nel match delle ore 18.00 contro la Betaland Capo d’Orlando (biglietti disponibili online a questo link), poi toccherà alla Happy Casa Brindisi domenica 8 aprile alle 19.00.

La cronaca del match. Il primo quarto scivola via in sostanziale equilibrio: Trento domina a rimbalzo (12-5 dopo i primi 10’) ma i padroni di casa, affidandosi ai tentacoli di Mika sotto canestro e alle realizzazioni di Ceron e Bertone chiudono avanti il parziale (17-15). La VL sembra più in palla: Monaldi colpisce due volte dal perimetro, Trento scricchiola nonostante il buon impatto nel quarto di Shields. Nel momento di massima difficoltà però i bianconeri stringono le maglie della propria difesa e cominciano ad eseguire in attacco con maggiore qualità: è da questi presupposti che la Dolomiti Energia produce il break di 16-0 che spacca la partita.

Sutton fa la voce grossa intorno al ferro, Flaccadori e Hogue puniscono regolarmente i mis-match, Gutiérrez (al rientro) inventa un gran canestro mancino. A tutto il resto pensa Beto Gomes, che dopo un paio di grandi possessi difensivi manda a bersaglio la prima tripla di serata dei trentini (27-43 all’intervallo lungo).

La squadra di coach Maurizio Buscaglia approccia bene anche la ripresa, con Silins e Shields a punire ogni minima disattenzione di Pesaro. I bianconeri sono a +19 a fine terzo quarto (41-60) e nonostante i canestri di Omogbo e Clarke chiudono i conti sul 62-77.

VL Pesaro 62
Dolomiti Energia Trentino 77
(17-15, 27-43; 41-60)
VL Pesaro: Omogbo 10 (5/9, 0/6), Ceron 4 (1/3, 0/4), Crescenzi ne, Clarke 8 (1/4, 2/9), Mika 12 (5/9), Bocconcelli ne, Moretti ne, Ancellotti 6 (3/3, 0/1), Bertone 14 (4/8, 2/2), Monaldi 6 (0/2, 2/8), Serpilli 2 (1/1), Morgillo ne. Coach Leka.
Dolomiti Energia Trentino: Franke (0/2, 0/2), Sutton 14 (7/8, 0/1), Silins 8 (1/1, 2/6), Czumbel M. ne, Forray 7 (3/6), Flaccadori 4 (1/5, 0/2), Gutiérrez 2 (1/3), Gomes 11 (2/3, 2/6), Doneda ne, Hogue 14 (6/12), Lechthaler ne, Shields 17 (7/12, 1/2). Coach Buscaglia.
Arbitri: Seghetti, Paglialunga, Perciavalle.
Note: Tiri da due: Pesaro 20/39, Trentino 28/52. Tiri da tre: Pesaro 6/30, Trentino 5/19. Tiri liberi: Pesaro 4/4, Trentino 6/9. Rimbalzi: Pesaro 32 (Omogbo 10), Trentino 44 (Hogue 12). Assist: Pesaro 13 (Omogbo 4), Trentino 11 (Silins e Shields 3). Recuperi: Pesaro 10 (Omogbo 4), Trentino 13 (Hogue 4).

Fonte: Ufficio Stampa Aquila Basket Trento

 

Tags:
Fabrizio Fasanella

Nasce a Milano, dove vive tuttora, l’1 Novembre del 1996. Studia comunicazione e società all’Università degli Studi di Milano dopo cinque anni di liceo delle scienze umane opzione economico-sociale all’Istituto Tenca. Gioca a basket dalla terza elementare alla quinta superiore, girando diverse società milanesi e dell’hinterland. Appassionato ed esperto della stella dei Nuggets Danilo Gallinari, nel 2010 apre una pagina Facebook a lui dedicata che gli permette di farsi notare e di avere la possibilità di unire le sue due più grandi passioni: la pallacanestro e la scrittura giornalistica. All’inizio della stagione 2012-13 comincia a pubblicare i primi articoli sull’Olimpia Milano per ScoutingCenter.net (la “vecchia” versione di The Basketball Post) e già nel 2014, a 18 anni nemmeno compiuti, ha l’opportunità di vivere da giornalista accreditato le Final Four di Euroleague a Milano e le finali scudetto (nei match al Forum d’Assago) tra l’Olimpia e la Mens Sana. Verso la fine del 2014 diventa, tra le altre collaborazioni, vice responsabile di Redazione del sito assieme ad Alessandra Conti. Su Facebook lo trovate sulla pagina “Fabrizio Fasanella’s Basketball Articles”. I suoi giocatori preferiti di sempre sono il già citato ‘Gallo’, Ray Allen, Kobe Bryant, Vassilis Spanoulis, Manu Ginobili e Sasha Djordjevic. Sul web scrive anche di benessere e sport all'aria aperta.

  • 1