LOADING

Type to search

Torino piegata ad Avellino

Share

Si conclude 86-79 per la Sidigas l'undicesima giornata di serie A Beko che vedeva impegnata la Manital Torino nella difficile trasferta al Pala del Mauro di Avellino.

I torinesi, alla disperata ricerca di 2 punti, sono sempre costretti ad inseguire gli avversari e non riescono mai a concretizzare i tentativi di recupero (che li portano fino al -1 dell'ultimo minuto del terzo quarto). Dall'altra i padroni di casa sono bravi a non abbassare mai la guardia e a punire dai 6,75, riuscendo a comandare per quasi tutta la durata del match grazie ad un buona circolazione di palla e alla precisione dal campo di Buva (20 pt 10/14 da 2) e di Nunnally (23 pt 3/5 da 2 e 4/8 da 3). Torino, che trova in Dyson (23 pt) e White (21 pt e 9 rimb.) dei grandi leader, pare però poco attenta e reattiva in difesa e si spegne completamente nell'ultima frazione consentendo agli avversari di prendere il largo.

 

CRONACA

I primi due punti del match sono firmati DJ White dalla lunetta ma nell'azione successiva i padroni di casa si vendicano con un grande aley hoop del duo Green-Cervi. Per diversi minuti nessuna delle due formazioni riesce a trovare la via del canestro a causa dei ritmi alti e dell'imprecisione al tiro; è Avellino a sbloccare il punteggio: con due triple e un canestro in transizione di Acker si porta sul 10-5. La Manital reagisce e con un mini break di 6-0 di cui 4 punti di Ebi, si porta in vantaggio 10-11, ma i padroni di casa si riprendono subito e grazie ad una precisione chirurgica dall'arco ribaltano nuovamente il punteggio e costringono Bechi al time out (15-11). Al rientro in campo Giachetti mette la tripla del -1 a 50''. Le ultime azioni, però sono un monologo campano: l'ennesima tripla avellinese e l'aley hoop di Buva chiudono il primo quarto sul 20-14. 

E' DJ White a riaprire le danze nella seconda frazione. Con 4 punti consecutivi riporta i compagni sul -2 ma la reazione dei ragazzi di coach Sacripanti non tarda ad arrivare e con il canestro di Buva Avellino torna sul +6 (24-18). Guerra di tripla tra le due squadre: Nannelli mette a segno la quinta bomba avellinese, subito annullata nell'azione successiva da Miller. Ancora Green da oltre l'arco per il 30-25. Dyson e White cercano di tenere agganciati i compagni ma la difesa torinese si fa più blanda e in men che non si dica Avellino vola sul +7, costringendo coach Bechi a chiamare time out. Il minuto di pausa non aiuta i torinesi e al rientro in campo l'ennesima tripla campana manda i padroni di casa sul vantaggio in doppia cifra (41-31 a 45''). L'assist di Dawkins per Dyson accorcia le distanze e manda tutti in spogliatoio (41-33).

Acker inaugura il terzo parziale con 2 punti che mandano di nuovo la Sidigas sul +10. Mancinelli non ci sta e mette a segno un'azione da 3 punti (canestro più fallo) seguita da altri 2 punti di Dyson per il -5. La retroguardia torinese ingenuamente lascia libero dietro l'area dei 3 punti Acker che punisce inesorabile. Rosselli accorcia ma ancora una volta Avellino non perdona da tre e Bechi richiama i suoi all'ordine. Al termine del minuto la Manital prova a reagire e grazie a 3 liberi su 4 si porta 53-46 a 4'46'', ma soprattutto carica Cervi del quarto fallo. 4 punti di Buva annullano il tentativo di ripresa torinese ma le due bombe consecutive di Dyson e Miller riaprono il match e costringono coach Sacripanti al time out (57-52 a 2'03''). White in due azioni porta i compagni sul -1 e Torino sembra essere finalmente rientrata in partita ma due ingenuità di Ebi (sfondamento e stoppata irregolare) regalano 4 importanti punti ad Avellino e chiudono il terzo quarto 61-56.

L'ultima frazione si apre con un mini break campano (4-0) che riporta i padroni di casa sul +9. Dawkins si sblocca e mette a segno la sua prima tripla (65-59) ma poi per la Manital è un totale blackout. La Sidigas punisce da tutte le posizioni e sul +11 il tecnico gialloblù è costretto a richiamare la squadra. Il time out non aiuta i torinesi che non riescono a concretizzare e perdono fiducia. Avellino, invece, continua a bucare la retina (e la difesa avversaria) con facilità e la bomba di Green vale il +14 campano (73-59). Quando Leunen mette a segno la 13esima tripla di squadra su 26 tentativi totali il match sembra già definitivamente chiuso. Negli ultimi 3 minuti la Manital ha perso tutte le speranze e non riesce a reagire e la Sidigas ne approfitta per macinare punti. Dyson e White accorciano nell'ultima manciata di secondi ma, ancora una volta, Torino torna a casa a mani vuote.

AVELLINO – TORINO 86-79

Torino

Dyson 23, White 21, Giachetti 3, Mancinelli 6, Rosselli 2, Fantoni ne, Mascolo ne, Dawkins 3, Miller 12, Ebi 9; all. Bechi

Avellino

Green 9, Nunnally 23, Leunen 6, Veikalas 10, Norcino ne, Ragland, Cervi 5, Acker 13, Severini ne, Pini, Buva 20, Parlato; all. Sacripanti.

Fonte: Ufficio Stampa Auxilium Cus Torino