LOADING

Type to search

Torino: il presidente Antonio Forni e la solidarietà a Jerome Dyson

Share

“Stamattina ho portato i saluti della Società, della squadra e dei tifosi a Jerome. Volevo far sentire il calore della sua nuova “famiglia”italiana ad un “ragazzo” vittima di una brutale aggressione. Senza motivi, né reali né futili…                      
Guardando il corpo dell'atleta sofferente nel suo letto, mi è tornata in mente l'immagine evocata dalle testimonianze di quello stesso corpo esanime disteso sul cemento dopo un attacco proditorio ed ingiustificato, sul quale si accanisce la furia barbarica di alcuni vigliacchi. La Polizia provvederà ad assicurarli presto alla Giustizia. A noi invece il compito di esprimere la nostra condanna senza appello e la nostra incondizionata solidarietà. Che sia capitato all'uscita di una discoteca o alla fermata di un tram non importa, di pomeriggio o di notte fa lo stesso. Diversamente finiremmo per fornire un alibi ai delinquenti. Ora aspetteremo fiduciosi il ritorno alla vita e al basket di Jerome e nel frattempo cercheremo di riacquistare la nostra competitività tornando sul mercato. La nostra missione è la permanenza in A di Torino, a dispetto della malasorte e della malavita”.

Fonte: Ufficio Stampa Auxilium CUS Torino