LOADING

Type to search

Super Abass, Cantù espugna Venezia con merito

Share

 

Strepitosa prestazione dell'Acqua Vitasnella sul campo della Umana Reyer Venezia: i ragazzi di coach Corbani conquistano una vittoria molto importante, e riprendono il cammino in classifica dopo lo stop in casa nel derby contro Milano. I biancoblù, trascinati da un incontenibile capitan Abass (34 punti e 44 di valutazione per lui al termine dell'incontro), centrano la seconda vittoria in trasferta dall'inizio della stagione.

Inizia nel nome dell'equilibrio la prima frazione di gioco, con Venezia che scalda i motori grazie alla tripla di Goss e Cantù che risponde immediatamente con Johnson in arresto e tiro e Hodge da sotto. Abass insacca una tripla dopo il canestro di Goss; Venezia prova dunque a scappare con un break di 8-0 firmato Owens, Goss e Bramos (13-7 al 5'). Abass ferma il tentativo di fuga della Reyer realizzando la tripla del -3, ma Owens è pronto dall'altra parte del campo e capitalizza il contropiede dei suoi. Hodge segna dalla media distanza, Green e Goss attaccano la difesa canturina e realizzano il +7 interno. Il buzzer beater di Heslip riavvicina i canturini, ma Owens impatta un gioco da 2+1. Wojciechovski si aggiunge al tabellino dei marcatori grazie al suo tiro dalla distanza, poi Tessitori pasticcia in difesa e Ortner ne approfitta per aggiungere due punti alle casse veneziane. Negli ultimi secondi del quarto l'Acqua Vitasnella si fa nuovamente pericolosa con l'arresto e tiro di Hodge e l'ennesima tripla di Heslip, che vale agli ospiti il -1 (24-23 al 9'). Ortner realizza solo 1/2 ai liberi, e la schiacciata di Wojciechovski fissa sulla parità il risultato alla fine del primo periodo (25-25).
Al rientro in campo, Abass si alza da due punti e Heslip allunga ulteriormente con un tiro dall'area e con la tripla che vale il +7 esterno (25-32 al 12'). Tonut arriva fino in fondo e sblocca la carestia veneziana, ma Cantù è ancora concreta con Wojciechovski che segna cinque punti consecutivi e la tripla di Heslip che, insieme, permettono all'Acqua Vitasnella di scappare a +14 (41-27 al 15'). Owens segna da sotto, poi Wojciechovski realizza su assist di Hasbrouck; Heslip subisce fallo antisportivo e non sbaglia dalla lunetta, e sulla rimessa insacca la tripla del +19 esterno. Venezia prova a riavvicinarsi con la schiacciata di Owens e il 2/3 di Goss, ma Cantù non intende cedere il proprio vantaggio e continua a stare davanti grazie al tiro dalla media di capitan Abass (33-50 al 17'). Green è preciso dalla lunetta e Peric realizza da sotto, ma dall'altra parte del campo Zugno serve Heslip che non sbaglia la bomba del +16 canturino. È ancora Green a rosicchiare il vantaggio dell'Acqua Vitasnella realizzando 2/2 dalla linea della carità e correndo tutto solo in contropiede su palla persa di Abass; suoi anche i due liberi che portano Venezia a -9 a una manciata di secondi dalla fine della frazione (44-53 al 20').
È ancora Abass ad aprire le danze nel terzo periodo, recuperando il rimbalzo offensivo e andando ad appoggiare per il 44-55 esterno; Peric realizza solo 1/2 ai liberi, poi Heslip fa finire nella retina l'assist di Berggren. Viggiano si alza per ben due volte dall'arco e porta Venezia a -6, ma Cantù riprende il largo grazie a Hodge e alla schiacciata di Abass (51-61 al 23'). Peric insacca la tripla del -7, poi Abass dalla lunetta, Berggren da sotto e ancora Abass da lontanissimo allungano la distanza dei canturini (54-68 al 25'). Green risponde subito ad Abass con la bomba del -11; Johnson si gira e segna di tabella, ma dall'altra parte Owens corregge il tentativo sbagliato di Green e riporta la Reyer a 59-70. Abass non ne sbaglia uno dalla lunetta e realizza da lontanissimo i tre punti che permettono all'Acqua Vitasnella di volare a +18 al 28'. Hasbrouck attacca la difesa dei veneziani e aumenta a +20 il vantaggio esterno, poi la schiacciata di Ortner interrompe il silenzio dei padroni di casa. Johnson segna su assist di Hasbrouck e Abass chiude il terzo periodo con i due liberi che permettono a Cantù di terminare a +22 (61-83 al 30').
Johnson
inaugura l'ultimo periodo con un canestro dal limite dell'area, poi la Reyer rientra a -13 con un break di 11-0 firmato da Bramos e Ruzzier. Hodge interrompe la cavalcata dei veneziani capitalizzando la stoppata di Wojciechovski su Bramos, poi Peric segna dall'area. Tonut sfrutta il contropiede e va ad appoggiare il -11 per la Reyer, ma Wojciechovski è preciso e realizza 2/2 ai liberi. Tonut si ripete dall'area, ma dall'altra parte Abass schiaccia per il 78-91 al 35'. Peric sbaglia il tiro da tre e Johnson appoggia facilmente scavalcando Ruzzier, che però si alza da tre e insacca la seconda bomba consecutiva. Venezia si riavvicina pericolosamente a -10 grazie a Peric, ma è un indomito Abass a ristabilire le distanze con la tripla da metà campo e il suo 33esimo personale (83-96 al 37'). Hodge allunga ulteriormente per Cantù con i due liberi capitalizzati, poi Ruzzier segna per due volte da sotto per il -14 della Reyer; Abass fa 1/2 dalla lunetta, ma Tonut dall'altra parte segna da due (89-99 al 39'). Anche Heslip è preciso dalla lunetta; Peric realizza dall'area il 91-101, Johnson firma con una schiacciata l'ultimo canestro canturino, ma è ancora Peric ad avere gli ultimi punti tra le mani e a fissare il risultato finale sul 95-103.

UMANA REYER VENEZIA 95
ACQUA VITASNELLA CANTÙ 103
(25 – 25, 44 – 53, 61 – 83)

 
UMANA REYER VENEZIA: Peric 15, Goss 12, Bramos 9, Tonut 10, Jackson, Visconti n.e., Green 13, Ruzzier 12, Owens 13, Simioni n.e., Ortner 5, Viggiano 6. All. Recalcati
ACQUA VITASNELLA CANTÙ: Berggren 2, Abass 34, Heslip 26, Zugno, Wojciechovski 15, Cesana, Johnson 12, Tessitori, Hasbrouck 2, Hodge 12. All. Corbani.
 
 Arbitri: Taurino, Di Francesco, Borgioni

 

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Cantù