LOADING

Type to search

Sconfitta amara per l’Acqua Vitasnella a Varese

Share

OPENJOBMETIS VARESE 79

ACQUA VITASNELLA CANTU’ 66

(20 – 21, 45 – 34, 64 – 52)

OPENJOBMETIS VARESE: Davies 8, Faye 8, Wayns 19, Varanauskas 5, Molinaro n.e., Cavaliero 3, Campani 5, Kangur 9, Rossi n.e., Ferrero 10, Pietrini n.e., Kuksiks 12. All. Moretti.

ACQUA VITASNELLA CANTU’: Berggren, Abass 19, Heslip 13, Zugno n.e., Wojciechowski 6, Cesana, Johnson 14, Tessitori 4, Hasbrouck, Hodge 10. All. Bazarevich.

Arbitri: Paternicò, Baldini, Caiazza.

Gara sofferta quella giocata dall’Acqua Vitasnella Cantù in casa dell’Openjob Metis Varese.

Dopo un ottimo inizio di gara e una prima frazione di gioco sempre in equilibrio, infatti, i ragazzi di coach Bazarevich si sono dovuti arrendere di fronte alla tenacia dei varesini.

Inizio positivo nel derby per l’Acqua Vitasnella, che dopo il canestro di Davies risponde immediatamente ai padroni di casa grazie ai quattro punti firmati da Johnson e Abass. Tessitori allunga a +8 il vantaggio esterno dopo due minuti di gioco, poi Varese prova a rientrare con il canestro di Kuksiks, ma Cantù mantiene le distanze grazie al tiro realizzato da Hodge. Varese non ci sta e insacca cinque punti con Kuksiks e Davies, impattando a -1; Heslip non sbaglia in arresto e tiro, ma il solito Kuksiks attacca la difesa canturina e tiene in scia i prealpini. Abass segna da sotto, subito imitato da Heslip; Varese sfrutta però la lunetta per rimanere a -2 (14-16 al 5’). Dall’altra parte del campo, Heslip insacca la tripla che vale il +5 canturino, ma i biancorossi trovano la pronta risposta con la bomba di Faye; Johnson chiude da sotto canestro per il 17-21, poi Varese si riporta a -3 grazie al tiro libero finalizzato da Ferrero. Varanauskas segna dall’area il -1 per l’Openjob Metis, e Berggren sbaglia da sotto per l’ultimo possesso di Cantù, fissando il punteggio alla fine del primo quarto sul risultato di 20-21.

La seconda frazione di gioco si apre con Varese che raggiunge per la prima volta il vantaggio grazie ai due liberi segnati da Kuksiks e al tap-in di Campani, ma Cantù riagguanta immediatamente il -1 grazie al contropiede finalizzato da Hodge (24-23 al 12’). Davies fa 1/2 dalla lunetta, e Wojciechowski segna il canestro che vale il pareggio per l’Acqua Vitasnella (25-25). Kuksiks si alza dall’arco e finalizza l’ennesimo vantaggio interno; Wojciechowski realizza ancora da sotto, ma Varese scappa a +8 grazie ai cinque punti di Wayns e al canestro di Kangur (35-27 al 16’). Cavaliero sfrutta il tiro libero guadagnato a causa del fallo tecnico fischiato ad Hodge, poi Cantù si sblocca finalmente grazie al tiro in fade away di Johnson. Wayns approfitta della difesa sbagliata dell’Acqua Vitasnella e segna il 38esimo punto dei padroni di casa. Il canestro di Kangur allunga a +11 il vantaggio interno, poi i liberi segnati da Heslip e Cavaliero portano il risultato sul 42-30 a due minuti dal termine. Varese vola sul +15 grazie alla tripla insaccata da Faye; Heslip realizza su assist di Hasbrouck, poi Abass stoppa il tiro di Varanauskas e Hodge segna per il -11 esterno alla fine del secondo periodo (45-34).

Al rientro sul parquet è Abass a riaprire le danze per Cantù, ma Varese risponde subito con Davies e Kangur per il +13. Abass realizza solo 1/2 dalla lunetta, poi dall’altra parte del campo Ferrero arriva fin sotto canestro per il 51-37 interno al 24’. Il capitano canturino è preciso ai liberi e riporta i suoi a -12, ma Wayns è implacabile e si alza da tre, ricacciando gli ospiti a -15. Johnson prova a sfruttare i tiri dalla lunetta per riavvicinare i biancoblù, poi Wojciechowski lanciato in contropiede schiaccia su assist di Abass (54-43 al 26’). Varese riallunga grazie ai quattro punti personali di Ferrero, poi la coppia Hodge-Abass permette a Cantù di rientrare a -10 al 27’. Ferrero non sbaglia dalla linea della carità e realizza i tre liberi a disposizione; Johnson segna da due punti per l’Acqua Vitasnella, ma sono ancora i padroni di casa a tenere ben salde le redini del gioco grazie alla tripla insaccata da Varanauskas (64-50 al 29’). Varese non sfrutta l’ultimo possesso a causa della palla persa di Varanauskas, intercettata da Tessitori per la schiacciata di Abass, che chiude il terzo periodo sul punteggio di 64-52.

E’ ancora Abass a segnare all’inizio dell’ultima frazione di gioco la tripla del -9 esterno, poi lo svantaggio dell’Acqua Vitasnella si riduce ulteriormente grazie ai due liberi realizzati da Johnson (64-57 al 32’). Anche Campani non sbaglia dalla linea della carità, ma dall’altra parte del campo è Heslip a riaprire i giochi a 6’ dal termine con il tiro dalla distanza che vale il -6 canturino. I padroni di casa riallungano grazie al canestro di Wayns, ma la palla recuperata da Hasbrouck viene schiacciata da Abass, che riporta Cantù ancora a -6 (68-62 al 37’). Anche Johnson realizza in schiacciata, ma sbaglia il libero aggiuntivo e regala il possesso a Varese: Wayns ne approfitta, si alza dall’arco e non sbaglia il tiro del 71-64 a 1’ dal termine. E’ ancora Wayns dalla lunetta ad allungare il vantaggio interno sul +9; Varese realizza negli ultimi secondi con Davies e Faye, e a poco vale il tiro di Hodge dall’area. A Kangur spetta alla fine il compito di far esultare il pubblico di Masnago con la tripla che segna la vittoria dei padroni di casa per 79-66.

Fonte: Ufficio Stampa Acqua Vitasnella Cantù