LOADING

Type to search

Scandone Avellino, coach Sacripanti: “Ottima gestione del ritmo. Non ci siamo rilassati”

Fabrizio Fasanella 5 febbraio 2018
Share

Arriva la prima vittoria del girone di ritorno per la Sidigas Avellino che, sul parquet del PalaRuffini, batte la Auxilium Fiat Torino per il punteggio di 59-77. Salgono quindi a quota 26 punti in classifica gli uomini di coach Sacripanti, che commenta così la prestazione dei suoi nella conferenza stampa post partita:

Siamo contenti per questa vittoria: a Torino va il merito di essere riuscita ad accorciare le distanze ma noi siamo stati abili a ricacciarli indietro. Avevo paura per un ipotetico rilassamento della squadra, invece, tranne che per qualche disattenzione e qualche palla persa di troppo, la gestione del ritmo è stata ottima, soprattutto negli ultimi 20’. Non abbiamo mai concesso contropiedi e abbiamo sempre preso tiri di squadra, ruotando tutti i giocatori: volevamo che loro attaccassero sempre il nostro 5 vs 5 con la difesa schierata e volevamo togliere qualche tiro a Vujacic e ci siamo riusciti. L’unico che ha giocato qualche minuto in più è stato Leunen, perché Zerini ha recuperato dall’infortunio solo da due giorni.

Venivamo da due sconfitte consecutive in campionato e questi due punti ci permettono di rimanere in alto alla classifica nonostante qualche acciacco di troppo. Questa squadra ha dimostrato di lottare fino in fondo in tutte le partite. Adesso dovremo cercare l’impresa a Bonn e fare il possibile per aggiudicarsi il passaggio del turno in Champions League.  Fitipaldo ha fatto due buone gare, deve sbloccarsi nel tiro ed avere più convinzione, ma in difesa ha fatto grandi miglioramenti e in generale ha gestito molto bene la partita: ho fiducia in lui e la squadra lo incoraggia”.

Fonte: Ufficio Stampa Scandone Avellino

Tags:
Fabrizio Fasanella

Nasce a Milano, dove vive tuttora, l’1 Novembre del 1996. Studia comunicazione e società all’Università degli Studi di Milano dopo cinque anni di liceo delle scienze umane opzione economico-sociale all’Istituto Tenca. Gioca a basket dalla terza elementare alla quinta superiore, girando diverse società milanesi e dell’hinterland. Appassionato ed esperto della stella dei Nuggets Danilo Gallinari, nel 2010 apre una pagina Facebook a lui dedicata che gli permette di farsi notare e di avere la possibilità di unire le sue due più grandi passioni: la pallacanestro e la scrittura giornalistica. All’inizio della stagione 2012-13 comincia a pubblicare i primi articoli sull’Olimpia Milano per ScoutingCenter.net (la “vecchia” versione di The Basketball Post) e già nel 2014, a 18 anni nemmeno compiuti, ha l’opportunità di vivere da giornalista accreditato le Final Four di Euroleague a Milano e le finali scudetto (nei match al Forum d’Assago) tra l’Olimpia e la Mens Sana. Verso la fine del 2014 diventa, tra le altre collaborazioni, vice responsabile di Redazione del sito assieme ad Alessandra Conti. Su Facebook lo trovate sulla pagina “Fabrizio Fasanella’s Basketball Articles”. I suoi giocatori preferiti di sempre sono il già citato ‘Gallo’, Ray Allen, Kobe Bryant, Vassilis Spanoulis, Manu Ginobili e Sasha Djordjevic. Sul web scrive anche di benessere e sport all'aria aperta.

  • 1

You Might also Like