LOADING

Type to search

Scandone Avellino, coach Sacripanti: “Contento soprattutto per i miei ragazzi e per la loro dedizione”

Fabrizio Fasanella 19 novembre 2017
Share

Pino Sacripanti, capo allenatore della Scandone Avellino, ha commentato la vittoria esterna contro l’Olimpia dopo due supplementari: “Ci sarebbero tantissime osservazioni da fare. È stata una partita vinta prima da Avellino, poi da Milano, poi da Avellino: ne è valsa la pena per chi ha pagato il biglietto. Ci sono state delle azioni dominate dal talento individuale, penso ai canestri di Jerrells e Filloy. È chiaro che è stata una gara decisa da episodi incredibili. In ogni caso, al di là di tutto, abbiamo interpretato bene l’incontro e abbiamo avuto un buon controllo dell’area. Ultimamente siamo anche cresciuti in difesa e mi sembra che oggi ci sia stata una bellissima risposta, almeno per i primi tre quarti. I ragazzi stanno lavorando con dedizione, sopra gli acciacchi e senza mai lamentarsi. Sono due punti importantissimi, sia per il nostro primo obiettivo delle Final Eight che per il morale. È chiaro che Milano era alla terza partita in settimana, però noi siamo stati bravi a speculare e ognuno ha messo il proprio mattoncino. Sono veramente molto contento, soprattutto per questa squadra che è nuova e sta giocando con grande enfasi. Oggi ho pure raggiunto le 600 partite in Serie A, fino a ieri non lo sapevo. Se ci penso mi sento vecchio, è un numero incredibile e va bene così”.

Tags:
Fabrizio Fasanella

Nasce a Milano, dove vive tuttora, l’1 Novembre del 1996. Studia comunicazione e società all’Università degli Studi di Milano dopo cinque anni di liceo delle scienze umane opzione economico-sociale all’Istituto Tenca. Gioca a basket dalla terza elementare alla quinta superiore, girando diverse società milanesi e dell’hinterland. Appassionato ed esperto della stella dei Nuggets Danilo Gallinari, nel 2010 apre una pagina Facebook a lui dedicata che gli permette di farsi notare e di avere la possibilità di unire le sue due più grandi passioni: la pallacanestro e la scrittura giornalistica. All’inizio della stagione 2012-13 comincia a pubblicare i primi articoli sull’Olimpia Milano per ScoutingCenter.net (la “vecchia” versione di The Basketball Post) e già nel 2014, a 18 anni nemmeno compiuti, ha l’opportunità di vivere da giornalista accreditato le Final Four di Euroleague a Milano e le finali scudetto (nei match al Forum d’Assago) tra l’Olimpia e la Mens Sana. Verso la fine del 2014 diventa, tra le altre collaborazioni, vice responsabile di Redazione del sito assieme ad Alessandra Conti. Su Facebook lo trovate sulla pagina “Fabrizio Fasanella’s Basketball Articles”. I suoi giocatori preferiti di sempre sono il già citato ‘Gallo’, Ray Allen, Kobe Bryant, Vassilis Spanoulis, Manu Ginobili e Sasha Djordjevic. Sul web scrive anche di benessere e sport all'aria aperta.

  • 1

You Might also Like