LOADING

Type to search

Share

2. come le ricche performance dei fratelli Vitali. Decisive sugli equilibri della gara sono state le prestazioni di Luca e Michele che hanno segnato il 36% dei punti della squadra: Luca Vitali ha messo a segno 20 punti sfruttando sopratutto le sfide lanciate dalla difesa di Bologna nel tiro da tre punti (4/10) accompagnando con 7 rimbalzi, 6 assist e un’importante prestazione difensiva rafforzata con uno sfondamento subito negli ultimi minuti della gara; Michele ha messo a referto 17 punti, 9 dei quali sono stati il corpo del parziale di 11-2 segnato dalla Leonessa alla fine del primo quarto  per la prima spallata del 26-17. Per lui 23 minuti sul parquet con 1/1 da due, 2/5 da oltre l’arco e un perfetto 6/6 dalla lunetta;

3. le palle perse da Cantù a metà gara: la difesa e l’attacco canturino si avvantaggiano di questo numero per creare il distacco necessario per portare la squadra alla vittoria. Con l’andare dei minuti però le palle perse cresceranno a 13 (la media stagionale è 11.8), ma permetteranno comunque alla MIA Red October di staccare il biglietto per le semifinali;

6. gli uomini in doppia cifra per la Red October MIA Cantù: Smith 23 (4/4 da due, 3/4 da tre, 6/6 dalla lunetta), Chappell 19 (4/6 da due, 3/6 da tre, 2/2 dalla lunetta) e 5 palle rubate, Thomas 16 (4/5 da tre, 2/4 da tre, 2/3 dalla lunetta), Burns 14 (6/11 da due, 0/1 da tre, 2/2 dalla lunetta) con 12 rimbalzi, Cournooh 12 (2/3 da due, 1/4 da tre, 5/6 dalla lunetta) e Parrillo 12 (0/1 da due, 3/4 da tre, 2/2 dalla lunetta) fanno 96 punti su 104 totali della squadra. Numeri strepitosi dunque per un gruppo solido che ha segnato più punti di qualsiasi altra squadra in Italia alla migliore difesa dal campionato (78.0 per gara);

25. il massimo vantaggio toccato dalla squadra di Sodini dopo 28′ minuti di gioco grazie alla fiammata alimentata da tre triple consecutive di Chappell, Parrillo e Maspero per il 54-79 per l’11/19 da oltre l’arco che prima della fine del match si trasformerà in un più che affidabile 14/25;

28. i tiri liberi tentati dalla Germani: influente sulla gara la differenza di tiri liberi tentati e segnati da entrambe le squadre. Bologna ha concesso un’enormità di punti facili ai bresciani che hanno decisamente sfruttato l’occasione con un preciso 22/28 al tiro e, al contrario della Virtus, hanno lasciato solo 12 liberi ai ragazzi di Ramagli che ne hanno trasformati appena 5;

Tags:
Matteo Bettoni

Matteo è nato il 9 settembre 1996 a Milano, dove attualmente studia alla facoltà di Scienze umanistiche per la comunicazione presso l'Università Statale. Ha giocato a basket 4 anni durante gli anni delle elementari per poi appassionarsi al mondo dello sport in generale, con occhio attento al mondo del basket Nba e europeo. Il suo sogno, oltretutto dopo 5 anni di liceo linguistico dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza dell'inglese, tedesco e francese, è quello di diventare giornalista sportivo oltreoceano.

  • 1

You Might also Like