LOADING

Type to search

Pistoia, da Brindisi arriva Cournooh

Luigi Liguori 23 Giugno 2016
Share

L'A.S. Pistoia Basket 2000 comunica di aver ingaggiato, a decorrere dal prossimo primo luglio e fino al 30 giugno 2018, l'atleta David Reginald Cournooh.
Nato a Villafranca di Verona il 28 luglio 1990, play-guardia di 187 cm per 83 kg, Cournooh ha disputato gli ultimi due campionati a Brindisi, collezionando complessivamente (fra regular season e playoff) 62 presenze con la casacca dei pugliesi. Impiegato nell'ultima stagione per 25 minuti a gara da parte di coach Piero Bucchi, ha messo a referto 7.8 punti (con il 33.7% da 3) e 2 assist di media ad allacciata, confermandosi come uno dei giocatori italiani più interessanti nel ruolo ed entrando nel giro della Nazionale azzurra.

Cournooh, che in carriera ha disputato 110 partite nel massimo campionato italiano, ha vestito anche le maglie di Montepaschi Siena (società nella quale è cresciuto e con cui ha debuttato in serie A appena 17enne), Biancoblu Bologna, Andrea Costa Imola, Ferrara, Casale e Virtus Siena.
“David è un giocatore ancora giovane e con tanta voglia di migliorarsi – ha commentato coach Esposito – e proprio per questo abbiamo puntato forte, fin da subito, su di lui. E' un buon atleta, un elemento in grado di difendere molto bene e che in attacco può essere utilizzato sia da guardia che da play”.

Fonte: Ufficio Stampa A.S. Pistoia

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1