LOADING

Type to search

Pesaro da applausi, Milano si inchina. Terza vittoria di fila per la Vuelle

Share

L’Olimpia, dopo aver vinto ma non convinto domenica contro Brindisi, conferma le enormi difficoltà di questo periodo perdendo tra le mura di una gremita Adriatic Arena. La Consultinvest, quindi, fa uno splendido regalo di Natale ai suoi tifosi battendo clamorosamente la truppa di coach Repesa, comunque scesa nelle Marche senza Hummel, Gentile e Sanders. Un successo di entusiasmo, cuore e voglia arrivato dopo aver quasi toccato il baratro (-9) nelle battute iniziali di un incredibile ultimo quarto contro una EA7 che non ha saputo, per l’ennesima volta in questa stagione, mantenere una certa continuità nell’arco dei 40 minuti. A decidere è l’orgoglioso parziale di 9-0 dei padroni di casa insieme alla tripla di Christon e ai punti di un incontenibile Lacey nel finale; a condannare Milano, per tre frazioni solida sia in difesa sia a rimbalzo, sono un orrido 10.3% da 3 (Lafayette 1/10) e una chiara incapacità di reagire davanti al primo vero momento di difficoltà dell’incontro.

I lombardi ora sono quarti con gli stessi punti di Trento, Cremona (da non perdere Vanoli-Olimpia sabato sera) e Reggio Emilia, mentre i marchigiani fanno un passo importante in ottica salvezza trovandosi saldamente al quattordicesimo posto staccati dalle ultime due e con lo stesso record della decima classificata (Cantù). E’ il terzo successo consecutivo di una Vuelle che ha straordinariamente cambiato faccia dall’arrivo dell’ex NBA Austin Daye (21.3 punti e 10.3 rimbalzi di media), autore di 19 punti conditi da 10 rimbalzi e 3 stoppate; nel roster di coach Paolini brillano anche Lacey (21) e Christon (15). All’EA7 non bastano i 24 con 5 rimbalzi di McLean e 13 con ben 12 rimbalzi di Macvan.

 

Consultinvest Pesaro – EA7 Emporio Armani Milano 69-66 (19-16, 11-18, 16-19, 23-13)

Pesaro: Lacey 21, Daye 19, Christon 15 

Milano: McLean 24, Macvan 13, Lafayette 10. 

 

Fabrizio Fasanella