LOADING

Type to search

Varese corsara sulla sirena a Capo d’Orlando

Share

Avvio di gara caratterizzato da un buon ritmo, il punteggio resta equilibrato con il botta e risposta sotto canestro tra Cain e Knox. Ad entrare in partita è però Avramovic, che scalda la mano dalla lunga distanza e infila 14 punti uno dopo l’altro, portando i biancorossi sul 16-22. L’Orlandina non molla e prima di fine quarto accorcia con Smith e Kulboka (21-22). Nella seconda frazione si sblocca Okoye, con la sua energia e le sue triple firma il 21-30. Dall’altra parte Capo d’Orlando fatica ad avviciniarsi a canestro, ma trova nel tiro da tre punti un’ottima arma: Atsur e Smith riportano sul 31-32 il punteggio. Si riaccende allora il duello tra Cain e Knox, con l’equilibrio che regna sul 37-38. Vene e Okoye provano con le triple ad allungare prima dell’intervallo, ma Likhodey tiene a contatto i padroni di casa (41-45).

Nel terzo quarto aumentano gli errori da entrambi i lati del campo e il punteggio sale più lentamente. Dopo due belle giocate di Larson per il 44-50 è l’Orlandina ad approfittare dei ritmi più bassi. Prima Knox, Smith e Likhodey realizzano un parziale di 7-0 firmando il sorpasso, poi Faust tiene i suoi avanti sul finire del quarto (57-55). La tripla di Kulboka e i canestri di Campani aprono l’ultima frazione, Varese prova però a reagire con Delas, rimandendo a contatto (64-60). Dopo il time-out la Openjobmetis rientra con grinta e le due triple di Okoye segnano il nuovo sorpasso sul 64-66. Knox allora si carica sulle spalle l’intera Capo d’Orlando, risponde ai canestri di Cain e Larson e serve Smith per il 71 pari. Larson va fino in fondo in penetrazione, ma i liberi di Likhodey segnano il 73-73 a 20 secondi dalla fine. Nel possesso decisivo viene deviato il passaggio di Larson, restano dunque 3 secondi sul cronometro. Stan Okoye riceve la palla dalla rimessa, si gira e realizza la magia che vale la vittoria. Finisce 73-75.

Fonte: Ufficio Stampa Pall Varese