LOADING

Type to search

Milano: ufficiale l’ingaggio di Miroslav Raduljica

Luigi Liguori 15 Luglio 2016
Share

La Pallacanestro Olimpia EA7 – Emporio Armani Milano comunica di aver messo sotto contratto il giocatore Miroslav Raduljica, 2.13 di statura, nato il 5 gennaio 1988 a Indjia in Serbia, proveniente dal Panathinaikos Atene. Raduljica parteciperà alle Olimpiadi di Rio de Janeiro con la sua Nazionale.

CHI E’ – Centro di 2.13, Raduljica è cresciuto nelle giovanili dell’FMP Zeleznik dove ha debuttato in prima squadra durante la stagione 2005/06. L’anno seguente è stato prestato al Borac Cacak. In seguito è rimasto a Zeleznik fino al 2010 (nella sua ultima stagione ebbe 21.1 punti e 8.6 rimbalzi di media, primo nella lega serba in ambedue le graduatorie) quando firmò un contratto pluriennale con l’Efes Pilsen. Restò in Turchia fino al marzo del 2011 quando fu ceduto in prestito all’Alba Berlino. Nei due anni successivi ha giocato al Partizan Belgrado (vincendo scudetto e coppa serba) e all’Azovmash Mariupol in Ucraina (11.2 punti di media in Eurocup). Nel 2013 il salto nella NBA per giocare a Milwaukee un anno. Poi la Cina, a Shandong (18.3 punti di media), un breve ritorno nella NBA a Minnesota e infine il Panathinaikos Atene con il quale ha giocato la stagione passata. In Eurolega ha segnato 12.4 punti con 4.5 rimbalzi di media, il 56.8% dal campo, l’82.1% dalla lunetta. In campionato ha segnato 9.8 punti per gara con il 61.7% dal campo.

NOTES – Raduljica è un membro della squadra nazionale serba con la quale ha vinto l’argento mondiale nel 2014 e quello europeo nel 2009. Con le giovanili serbe ha vinto un oro europeo Under 18 e un oro Under 20. Ai Mondiali del 2014 ha segnato 13.0 punti per gara e 4.6 rimbalzi. Agli Europei del 2015 è passato a 13.6 punti di media con 5.0 rimbalzi. Ha vinto il preolimpico del 2016 a Belgrado con 7.8 punti per gara. Agli Europei del 2015 segnò 14 punti in 15 minuti contro l’Italia.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1