LOADING

Type to search

Markel Starks: “Essere a Cremona è una grande opportunità”

Share

Entrare in punta di piedi in un gruppo affiatato, ma con la consapevolezza di poter e dover portare un importante “mattoncino” alla causa biancoblu. Il sorriso di Markel Starks è di quelli contagiosi ed è il sorriso di chi sa di avere davanti a sè una grande opportunità da sfruttare al meglio, dando alla squadra ciò che il coach gli chiede.
“Sono un giocatore rapido, ho doti realizzative e posso fare la mia parte in difesa. Essere qui è una grande opportunità per la mia carriera perchè posso mettermi in gioco nel massimo campionato italiano in una squadra che è tra le prime quattro in classifica”. Idee chiare per Markel, anche quando gli si fa notare che le sue caratteristiche, non solo tecniche ma anche fisiche, sembrano più quelle di una guardia che di un playmaker: “Al college ho sempre giocato playmaker. Avevo molto la palla in mano e il mio compito era anche quello di far canestro, anche se so che il mio ruolo qui sarà diverso. Dovrò portare energia dalla panchina e migliorare sotto l’aspetto del decision-making, ma anche a Georgetown ero un leader. Sono a disposizione del coach”.

Già, il college. Non uno qualsiasi, perchè Markel ha completato il percorso universitario nientemeno che a Georgetown, una delle powerhouses del college basketball cui il nuovo play biancoblu è legatissimo: “Devo moltissimo a Georgetown, lì ho vissuto quello che probabilmente è il periodo migliore della mia vita. Mi ha dato l’opportunità di studiare e di diventare un giocatore di basket, non posso che essere riconoscente”.
Prelevato dalla Vanoli Cremona dai Cairns Taipans in Australia, Markel è già transitato in Italia, precisamente da Ferentino che gli affidò le chiavi della squadra alla sua prima esperienza da professionista, un’avventura affrontata insieme a quel Paul Biligha con cui si ritrova nuovamente a condividere il parquet: ” Quello australiano è un campionato molto fisico e veloce, ti mette a dura prova. Dalla mia esperienza a Ferentino e dalle parole di Paul ho appreso che in Europa c’è molta più tattica, è un tipo di gioco diverso cui dovrò riabituarmi. Paul mi ha parlato anche della Vanoli Cremona, è un club serio che sta vivendo una situazione positiva. Sono contento di essere qui”.

Sulle speranze di vederlo in campo già domenica contro Capo d’Orlando Markel non ha dubbi: “Ho giocato la mia ultima partita in Australia a metà febbraio. Nel giro di qualche giorno posso recuperare la forma. Sono pronto e a disposizione”

Fonte: Ufficio Stampa Vanoli Cremona