LOADING

Type to search

L’Enel Brindisi ingaggia l’ala Amath M’Baye

Luigi Liguori 26 Giugno 2016
Share

L'Enel Basket Brindisi comunica di aver ingaggiato per la prossima stagione sportiva (2016-2017) il giocatore di nazionalità francese Amath M'Baye. M'Baye nato nel 1989, 98 kg per 206 cm, ruolo ala grande. Amath M'Baye durante la sua esperienza in NCAA (dal 2009 al 2013) gioca i primi due anni con Wyoming, diventando titolare nel secondo anno nel quale gioca 31 partite realizzando di media 12 punti e 5.7 rimbalzi e meritando il premio individuale “All-MWC Honorable Mention”. Successivamente passa ad Oklahoma, dove il primo anno non gioca per regolamento NCAA e nella stagione successiva da senior realizza di media 10.1 punti e 5.1 rimbalzi, venendo inserito nel 3° miglior quintetto dell’“All-Big12” e poi nel miglior quintetto “Big12 All-rookie”. Durante le tre stagioni da professionista gioca in Giappone con i Mitsubishi Diamond Dolphins (2013-2016), dove nelle 142 partite disputate ottiene le seguenti statistiche: 20.2 punti, 7.7 rimbalzi e 2.5 assist. Nella stagione 2014/2015 vince il premio MVP dell’All-Star Game e viene inserito nel miglior quintetto della Lega giapponese. M'Baye nelle ultime 3 stagioni alla Summer League: nel 2013 con Orlando Magic e San Antonio Spurs, nel 2014 con i Los Angeles Clippers (13 punti, 3.4 rimbalzi e 1.2 assist di media) e nel 2015 con gli Indiana Pacers (7 punti, 3.5 rimbalzi e 1 assist di media). M'Baye vanta la convocazione per i campionati europei under 20 in Grecia con la nazionale francese, conquistando la medaglia d'argento. L'atleta nasce come ala piccola al college e da pro si trasforma in ala grande con capacità di attaccare 1 contro 1 dal palleggio e di usare la sua fisicità in contropiede ed a rimbalzo.

Fonte: Ufficio Stampa Orlandina Basket

Luigi Liguori

Figlio d'arte con una passione per la pallacanestro, il giornalismo e l'Economia (se dello Sport ancora meglio). In passato ha collaborato con la LNP, BasketNet, Basketmercato, Il Roma e SuperBasket. In televisione ha iniziato con la sua prima telecronaca su SportItalia all'età di 17 anni fino ad essere ospite fisso tra il 2014 ed il 2015 per "SiBasket" con l'amico (ed anche correlatore di laurea triennale) Matteo Gandini. Quattro Final Four di Eurolega, troppe per contarle Finali di Coppa Italia, un giorno vorrebbe anche seguire una Finals di NBA. Laureato in Triennale in Economia Aziendale e Management dello Sport, in Magistrale sia in International Business Management che in Marketing, cerca di aiutare sempre il prossimo e non ha paura di nuove sfide. Ha vissuto a Napoli, Milano e Parigi: il suo sogno? Lavorare negli Stati Uniti ... se per una franchigia di NBA ancora meglio. La sua frase preferita è "Il peccato più grande è convincersi dell'inutilità dell'onestà", Beppe Severgnini.

  • 1