LOADING

Type to search

Lafayette On Fire rilancia l’Olimpia, battuta Cremona

Share

Oliver Lafayette piazza un quarto periodo da standing ovation segnando cinque triple di fila (in mezzo anche una di Macvan) che permettono all’Olimpia di allungare dopo un terzo quarto problematico che aveva rischiato di rovinare una prova altrimenti notevole, a dispetto delle quattro assenze (inclusa quella di Bruno Cerella). 91-76 il risultato finale, una bella risposta dopo la prova di Pesaro.

IL PRIMO TEMPO – L’Olimpia esegue bene nei primi minuti, appoggia il gioco sotto dove Deron Washington fa il secondo lungo su Milan Macvan. Da questo mismatch crea gli spazi per trovare anche un paio di buoni tiri da tre. Vanno dentro quelli di Cinciarini e Simon per il 12-6 e poi 14-8. Cremona, che gioca “small” anche con l’ingresso di Biligha per Cusin, si riavvicina con cinque punti di Fabio Mian. Magro con un gioco da tre punti a rimbalzo scava il più sette contro la zona di Coach Pancotto. Dopo il time-out, Cremona trova la tripla di Washington e quella di Mian. L’Olimpia risponde con un 4/4 di McLean dalla linea. Dopo due due libero ancora di Washington per il meno tre Vanoli, l’Olimpia gioca bene l’ultimo pallone del quarto. Simon mette nelle palla di Jenkins la tripla che dall’angolo vale il 28-22. L’Olimpia prova a scappare sul più otto all’inizio del secondo periodo. Due volte, la Vanoli risponde ma non la terza: l’EA7 spara un nuovo 10-0 e vola improvvisamente un più 16, 42-26 (2/2 dalla linea di Magro e poi jumper da tre metri dello stesso Magro). Il momento migliore è seguito da quello peggiore: Washington segna da tre, Turner completa un gioco da quattro punti. Il 7-0 riavvicina Cremona. Lo stoppa Lafayette con una tripla, ma Washington la vanifica sul possesso seguente. Alla fine del primo tempo l’Olimpia è avanti 45-38.

IL SECONDO TEMPO – L’Olimpia riprende nove punti di vantaggio su una palla rubata con canestro in contropiede di Jenkins ma la difesa improvvisamente viene ferita da due giochi da tre punti completati da Cusin e tre triple consecutive, due di Turner e una di Vitali, la prima. Quando Washington va in lunetta e fa 2/2 Cremona mette la testa avanti 54-53 segnando 17 punti in meno di cinque minuti. Dopo il time-out e i cambi di Coach Repesa, Cremona va lo stesso a più cinque su un contropiede chiuso da Cusin. E’ Lafayette a fermare l’emorragia con una tripla e poi un tiro libero che chiude un parziale di 4-0 per Milano. Da quel momento, Cremona scappa a più tre diverse volte ma l’Olimpia risponde sempre con Simon e due volte Macvan. Uno 0/2 di Washington dalla linea, restituisce all’Olimpia il pallone del sorpasso. La tripla di Simon firma il 64-62 EA7 alla fine del terzo. Nel quarto periodo è Oliver Lafayette a trovare la mattonella. Segna tre volte di fila dall’arco, spezzate solo da una risposta di McGee. Con i suoi nove punti consecutivi (che obbligano Coach Pancotto al time-out), l’Olimpia prova ad allungare sul 76-69 con 6’10″ da giocare. Al rientro, Biligha inventa due canestri da fuori di fila, di cui uno da tre punti, ma arriva anche la quarta tripla di Lafayette e poi anche quella di Macvan che conserva otto punti di vantaggio per l’Olimpia. Poi diventano 11 sulla quinta tripla di Lafayette nel periodo. E a quel punto l’Olimpia controlla la partita. 91-76 il finale

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano