LOADING

Type to search

Grissin Bon in Overtime, Kaukenas monumentale

Share

“Back to back” casalingo per la Grissin Bon, che ospita nel posticipo la Reyer Venezia per la prima volta dalla Semifinale scudetto del Giungo scorso. Rispetto a quella serie, la società lagunare ha promosso De Raffaele alla guida della squadra, dopo il recente esonero di Carlo Recalcati, ed è alla ricerca di un colpo grosso dopo la netta vittoria contro Brindisi. A loro volta i biancorossi vogliono ripetere la prestazione di Domenica scorsa contro Cremona, per confermare l'imbattibilità casalinga di questa stagione. Assenti Gentile da una parte e Perisic dall'altra. De Nicolao Della Valle Aradori Polonara Golubovic, e Goss Green Bramos Ress Owens sono i due quintetti scelti in partenza.

Primo Tempo:

Ottima la partenza per gli ospiti, chirurgici nella metà campo offensiva (9-2) prima del rapido secondo fallo di Owens (fischio dubbio): il forzato inserimento di Savovic per soli due minuti ribadisce il difficile inserimento del serbo. Il rapido bonus speso è letale per gli ospiti, grazie al quale la Grissin Bon con i soliti Kaukenas e Della Valle si guadagna liberi fondamentali chiudendo avanti il primo quarto sul 20-18.

Rientra Owens e la Reyer torna a comandare (25-28) chiamando al primo timeout della partita Menetti: clima che si surriscalda su un mancato fischio – abbastanza incomprensibile – ai danni di Kaukenas. Secondo “minuto” in casa reggiana sul massimo vantaggio ospite (27-37): in una difesa biancorossa molle ed ad un ritmo basso spicca un Mike Green in totale controllo dell'attacco lagunare.Un Pietro Aradori in versione Steph Curry infila quattro pesantissime triple in fila che ribaltano totalmente la contesa(42-41): dimostrazione di talento spaventosa per il bresciano, completamente padrone del match, arrivato in un amen a quota 19 punti. Una Venezia in controllo si trova sotto alla fine del primo tempo sul 46-45, brava comunque la squadra di De Raffaele a non perdere il filo sotto la pazzesca sfuriata di Aradori. +12 di plus/minus in soli 8 minuti per Josh Owens, limitato dai falli ma assolutamente decisivo fino a qui. 10 i punti di Kaukenas oltre al già citato Aradori in casa Grissin Bon, che può guardare al tabellone sorridendo vista la brutta prestazione espressa fino a qui.

Secondo Tempo:

9-0 Venezia per iniziare il secondo tempo (46-55), senza Aradori la Grissin Bon stasera avrebbe già abbandonato la contesa. De Raffaele imbufalito sulla clamorosa palla persa da Goss, in una elementare infrazione di campo che costa il -4 sul gioco da tre punti di Kaukenas, unico fino ad ora ad essere sceso in campo insieme ad Aradori nelle fila biancorosse. La Reyer dilapida tutto il vantaggio e soprattutto cestina l'inerzia della partita, andando addirittura sotto (61-57) sulla tripla di De Nicolao. Parità a quota 62 alla fine del terzo quarto sulla tripla allo scadere di Green, dove Kaukenas (17 punti) ha riportato nuovamente sotto i reggiani in un match dall'andamento assolutamente incerto. Aggiorniamo il plus/minus di Owens: +17 in 13 minuti, il perchè il coach veneziano gli preferisca Ress e soprattutto Ortner rimane un mistero.

Terzo e quarto fallo in fila di Owens, quarto fallo di Aradori e quattro per Polonara, tenuti comunque in campo dai rispettivi coach. Green scollina quota 20 punti portando ancora una volta avanti Venezia, in un botta e risposta che vede gli ospiti avanti sul 76-75 a 4 minuti dal termine.

Due canestri in fila di Polonara sembrano spezzare l'equilibrio chiamando coach De Raffaele al secono timeout sull' 82-79 a 2 minuti dalla fine. Pareggio di un indiavolato Mike Green (26 punti), ma sul possesso successivo lotta furibonda tra De Nicolao e Viggiano con quest'ultimo sfortunato nel regalare due liberi ed il seguente quinto fallo personale: 84-82. Goss pareggia nella deserta area reggiana (quintetto piccolo per gli ospiti): Mike Green da una parte e Kaukenas dall'altra sbagliano portando le squadre al supplementare, che partita al PalaBigi!

In una sequenza di liberi da ambo le parti,Venezia è più precisa portandosi sul +2 grazie al solito Mike Green (90-88). Una bomba di un Kaukenas monumentale sembra spaccare definitivamente la aprtita, 24 per lui a referto e 94-90 a tabellone con 48 secondi rimanenti. Goss invece risponde con un'altra tripla, Aradori sbaglia ma Veremeenko cattura il rimbalzo: 2/2, 96-93 e timeout Venezia con 9 secondi. Goss prende e spara ma sbaglia, sancendo la fine di quest'incredibile partita. La Reyer ha sprecato una grande occasione, al cospetto di una Grissin Bon che trascinata da un Kaukenas infinito ha avuto il merito di non mollare, al netto di una brutta partita, mantenendo imbattibilità casalinga e primato in classifica.

 

Grissin Bon Reggio Emilia: Aradori 25 Bonacini Polonara 12 Della Valle 5 De Nicolao 8 Strautins Veremeenko 10 Kaukenas 24 Silins 8 Golubovic 6

 

Umana Reyer Vebezia: Goss 21 Tonut Jackson 12 Green 28 Ruzzier Owens 8 Ress Ortner 6 Viggiano 10 Savovic 1 Ndoye

Stefano Chiossi