LOADING

Type to search

Final 8: la Fiat Torino è la prima finalista

Paolo Corio 17 febbraio 2018
Share

Sia chiaro: entrambe si sono conquistate la semifinale con pieno merito, grazie alle rispettive imprese che hanno subito eliminato le migliori della classe Avellino e Venezia. Ma quella andata in scena tra Torino, domani alla sua prima finale di Coppa Italia della storia, e l’altra outsider Cremona è stata sostanzialmente una partita degli errori (e degli orrori) da ambo le parti.

Tra palle perse (20 per i piemontesi, 16 per il lombardi), triple mancate (6/22 per la Fiat, 8/35 per la Vanoli), errori da sotto (50% per i vincitori, 52% per gli sconfitti) e schiacciate a picchiare sul ferro (clamorosa quella di un Johnson-Odom incredibilmente a corto di elevazione come di leadership) il match è andato avanti in un equilibrio che denunciava più le mancanze dei meriti dell’una come dell’altra. Poi, dopo l’80-80 della quarta sirena, ecco paradossalmente arrivare a romperlo nell’overtime una delle poche giocate di classe dell’intero incontro: abituato in passato a ben altri palcoscenici, Sasha Vujacic infila al 43° la tripla dell’83-88 che di fatto taglia le gambe agli uomini di coach Sacchetti, che quei 5 punti non riescono di fatto più a recuperarli (87-92 il finale), anche se ovviamente non possono mancare air-balle palloni gettati tra le prime file di spettatori anche negli ultimi due giri di lancetta.

Alla fine, da referto l’Mvp per valutazione risulta Washington (24, con 13 punti e 13 rimbalzi) e il top-scorer Garrett 18 (con 6/15 dal campo), mentre Blue ne segna a sua volta 17. Ma indipendentemente dall’avversario, Torino avrà bisogno di molto di più nell’ultimo atto di una Final 8 che in ogni caso non sarà presto dimenticata sotto la Mole.

 

 

Tags:
Paolo Corio

Il giornalismo come lavoro, il basket come passione. Il massimo riuscire a unirli come accaduto ad esempio in passato con Superbasket, La Prealpina e Panorama.it. E ora con The Basketball Post.

  • 1

You Might also Like