LOADING

Type to search

Final 8: Brescia prima (e unica) testa di serie in semifinale

Paolo Corio 16 febbraio 2018
Share

Una su quattro ce la fa: dopo le tre eliminazioni eccellenti di Avellino, Venezia e Milano, la Leonessa Brescia è l’unica testa di serie ad accedere alle semifinali. Sulla carta quella contro la Virtus Bologna (a dispetto dell’assenza di Aradori e di uno Stefano Gentile a mezzo servizio) doveva essere la sfida più equilibrata tra quelle in cartellone e difatti così è stata almeno fino all’infortunio che ha tolto dalle fila degli emiliani anche Alessandro Gentile (11 punti in 16’) a un giro di lancetta dalla sirena dell’intervallo.

Probabilmente sarebbe finita allo stesso modo, perché già nella prima parte la Germani dava l’idea di avere un maggiore equilibrio di squadra rispetto alla Segafredo (17 per Lawson, 14 per Lafayette), ma certo il ko del numero 0 è stato determinante nell’accelerare il formarsi del divario. Accresciuto poi dalla continuità offensiva dei fratelli Vitali (20 punti e 6 assist per Luca, 17 per Michele) e dal miglior momento di Moore (22 punti, di cui 14 nei secondi due quarti), in una serata che non ha visto particolarmente brillare il bomber Landry (8, con 3/9 dal campo).

Luccicante invece la prova di Andrea Traini, autore di 10 punti e soprattutto della tripla del 71-56 che all’inizio dell’ultima frazione ha mandato definitivamente in fuga i lombardi, che comunque non diventano i più accreditati al successo finale. Semplicemente perché nessuno può esserlo in queste sinora pazze Final 8, che in quest’ultimo quarto di finale hanno anche avuto il loro miglior contesto di pubblico grazie anche e soprattutto all’esodo da Bologna dei duemila e passa tifosi della Virtus.

Tags:
Paolo Corio

Il giornalismo come lavoro, il basket come passione. Il massimo riuscire a unirli come accaduto ad esempio in passato con Superbasket, La Prealpina e Panorama.it. E ora con The Basketball Post.

  • 1